Megayacht
Feadship “Slice”, 85 metri di luce naturale
281     
Itabus

Feadship, come sua consuetudine, sceglie il Monaco Yacht Show per svelare al pubblico il suo ultimo concept. L’undicesimo progetto presentato dal celebre cantiere olandese si chiama Slice e si tratta di un rivoluzionario 85 metri la cui particolarità è quella di avere una lunga striscia di vetro centrale che percorre interamente lo yacht, dall’estremità di prua fino a poppa. Slice «rivolta l’interno verso l’esterno e l’esterno verso l’interno» affermano Chris Bottoms e Tanno Weeda dello Studio De Voogt, responsabili del design di questo modello.

Invece di portare a bordo nuove caratteristiche e tecnologie, come ci si sarebbe atteso, Feadship ha percorso una strada radicalmente diversa: ha tagliato a metà uno yacht. In termini pratici, i progettisti hanno preso il loro modello su CAD e lo hanno tagliato lungo la linea centrale per allontanare le due metà ed inserire tra esse una striscia di vetro che corre da prua a poppa. Non è solo vetro, ma vetro che si sovrappone alla struttura per far filtrare la luce naturale attraverso più ponti. È un progetto molto più complesso di una serie di lucernari; studiando attentamente gli spazi verticali e le soluzioni possibili per portare all’interno quanta più luce naturale possibile, si è arrivati ad una ridefinizione completa degli spazi interni.


© Feadship

L’inserimento della lunga striscia di vetro ha infatti aperto a innumerevoli possibilità spaziali e di illuminazione. Con il risultato che su Slice i corridoi non sono più percorsi per spostarsi da uno spazio all’altro ma diventano nuovi ambienti da vivere.

Al centro dello yacht trova spazio un atrio monumentale di 70 m2 al livello del ponte principale. Senza essere più interrotto dalle scale, il concetto di atrio viene rivoluzionato e da ambiente di transito diventa una nuova destinazione per gli ospiti a bordo. Inoltre l’inserimento di balconi circolari a cascata aprono un’ampia gamma di possibilità di illuminazione e di installazioni artistiche.


© Feadship

Un’altra caratteristica sorprendente di Slice è la piscina di 10 metri progettata con l’analisi dei dati. Spesso utilizzata per determinare l’efficienza dello scafo ed il comfort in navigazione, il team di progettazione questa volta si è avvalso dell’analisi dei dati per definire la forma della piscina e scoprire dove meglio posizionare degli ammortizzatori nascosti per il contenimento dello sciabordio.


© Feadship

Altrettanto impressionante è l’impiego di materiali ad elevata elasticità, derivati dalle ricerche della Formula 1 sulla fibra di carbonio ad alta resistenza. Poiché la fibra di carbonio ad alta resistenza della F1 non era abbastanza rigida per le esigenze dello yachting, il team De Voogt ha lavorato insieme ai produttori di fibra di carbonio per sviluppare un materiale adeguato ad altissima elasticità. Il risultato ottenuto è un materiale due volte più resistente dell’acciaio ma dal peso inferiore all’alluminio. Trattandosi di un materiale già utilizzato da Feadship, questo fornisce al team di progettazione la sicurezza di poterlo impiegare nell’atrio, nei passaggi multilivello e nella struttura del ponte superiore dove sarà installata la lunghissima fascia in vetro.

L’impianto propulsivo guarda al futuro. Quattro generatori dual-fuel modificati per funzionare sia a metanolo che diesel non fossile (Hydrotreated Vegetable Oil – HVO) forniscono la potenza necessaria ad alimentare due pod azimutali. L’HVO sarà utilizzato come carburante pilota per permettere la combustione del metanolo. A causa della mancanza di punti di rifornimento di metanolo in tutto il mondo, i serbatoi HVO saranno più grandi di quelli effettivamente necessari, a vantaggio dell’autonomia e consentendo crociere su scala globale. E’ prevista la possibilità di sostituire uno dei generatori con uno a celle a combustibile a metanolo, in grado di sviluppare energia utile ai servizi di bordo. Un banco di batterie, alimentato con l’energia di entrambi i generatori più le celle a combustibile, consentirà crociere silenziose a bassa velocità e di evitare picchi di carico ai generatori.

Per gli interni di Slice, Feadship si è rivolta al designer olandese Marco van Ham chiedendogli di evitare completamente l’uso del teak. Van Ham e il suo team hanno realizzato un design che impiega marmi e onice retroilluminati, superfici formate da metalli liquidi, foglia d’argento, zigrino e intarsi di paglia, contrapponendo superfici lucide e opache. I caldi tessuti neutri evocano una atmosfera di serenità. Le linee ondulate dei pavimenti e la maggior parte dei mobili, bassi per non ostruire la vista, richiamano forme organiche. Altra particolarità di Slice sono proprio le forme degli ambienti interni, mai squadrate.

Slice è uno yacht che risponde in modo specifico a una richiesta ricorrente degli armatori: una piscina di poppa aperta e privata e un sundeck con vista sul mare fuori dalla vista dei passanti e dei fattorini durante le soste in porto. Slice offre tutto questo grazie ad una soluzione altamente innovativa: una passerella e un ingresso a tenuta stagna che consente la possibilità di ormeggio da prua. Al semplice tocco di un pulsante, una sezione a tutta altezza al livello del ponte principale si apre insieme ad una passerella; una volta saliti a bordo, si potrà raggiungere un’area di benvenuto a prua della tender bay. Slice soddisfa pertanto le richieste di quegli armatori che desiderano maggiore privacy.

SPECIFICHE GENERALI
Lunghezza f.t.:85,00 metri
Lunghezza alla linea di galleggiamento:83,00 metri
Larghezza massima:14,00 metri
Immersione massima:4,10 metri
Ospiti:20 (uso privato)
12 (uso commerciale)
Equipaggio:24
Motori principali:2 x generatori dual-fuel velocità variabile 1491 kW
2 x generatori dual-fuel velocità variabile 940 kW
Celle a combustibile:600 kW
Batterie:1,3 MWh
Propulsione:2 x pod azimutali 2.000 kW
Velocità massima:16 nodi
Velocità di crociera:11 nodi
Autonomia:5.000 mn
Capacità casse combustibile:270 m³
Combustibile utilizzabile:100% HVO
90% metanolo / 10% HVO








Fonte: Feadship

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Varato Project 821, il primo superyacht a idrogeno
4 Maggio 2024

di Redazione Superyacht

Prima apparizione pubblica per il Project 1011 di Feadship
8 Ottobre 2023

di Redazione Superyacht

Feadship svela l’eco-concept di 83 metri Dunes
28 Settembre 2023

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Silver Ray
Da Fusina a Pireo
11 notti
Seven Seas Splendor
Da Istanbul a Civitavecchia
24 notti
Explora I
Italia, Croazia, Montenegro, Grecia, Turchia
28 notti
Seabourn Encore
Grecia, Italia, Montenegro
10 notti
Vista
Da Trieste a Pireo
11 notti
SeaDream I
Da Istanbul a Venezia
12 notti
Le Ponant
Da Pireo a Dubrovnik
7 notti
Wind Surf
Grecia e Turchia
10 notti
Nieuw Statendam
Da Pireo a Civitavecchia
28 notti


Superyacht
Venduta la prima unità Extra X90 Fast
22 Maggio 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Costa Crociere torna a Olbia con Costa Pacifica
14 Maggio 2024 di Redazione Crociere



Megayacht
ISA Sportiva 66 metri entra nella fase di allestimento
6 Maggio 2024 di Redazione Superyacht


Crociere Luxury
Silversea prende in consegna Silver Ray
14 Maggio 2024 di Redazione Crociere
Due nuove navi per Windstar Cruises
11 Aprile 2024 di Redazione Crociere



Crociere Premium
Rinviata di due mesi la consegna di Star Princess
19 Aprile 2024 di Redazione Crociere
Queen Anne consegnata a Cunard
19 Aprile 2024 di Redazione Crociere