Porti e Destinazioni
La Corea del Sud vuole il rilancio dell’attività crocieristica
78     
l

Il governo della Corea del Sud intende rilanciare l’attività crocieristica offrendo aiuti finanziari per 100 miliardi di won (pari a circa 80 milioni di euro) per le compagnie che faranno scalo nei porti della nazione. Lo ha dichiarato Kim Youngsuk, ministro della Marina e della Pesca.

L’intervento dello stato dovrebbe inoltre prevedere aiuti per la Korean Cruise Line, una compagnia fondata nel 2015 che non è mai riuscita ad inserirsi nel mercato a causa dei problemi finanziari che ha incontrato in seguito all’investimento iniziale. Il ministro ha dichiarato che supporterà la Korean Cruise Line per l’acquisto di una nave da circa 200 milioni di won. I finanziamenti proverranno comunque in misura prevalente dal settore privato, mentre l’intervento pubblico dovrebbe costituire circa il 10% del capitale.

«Secondo gli esperti, il numero dei crocieristi potrebbe superare le 100.000 persone se venisse messa in servizio una nave tra le 50.000 e le 70.000 tonnellate», ha riferito il ministro della Marina e della Pesca Kim Young-suk in un’intervista a  Yonhap News Agency.

Per l’anno appena concluso il numero dei passeggeri che hanno visitato la Corea del Sud dovrebbe registrare la cifra record di 2,2 milioni per l’anno, doppiando i numeri del 2015. Secondo l’ente coreano del turismo, sono stati i passeggeri cinesi che hanno contribuito a raggiungere questi risultati. Dal 2010, il flusso dei passeggeri è cresciuto ad un ritmo del 47% annuo, raggiungendo per la prima volta un milione di crocieristi nel 2015.

Il comparto marittimo non è un’attività brillante nella Corea del Sud. La principale compagnia nazionale, Hanjin Shipping Co., è in amministrazione controllata dallo scorso settembre a causa del suo debito multimiliardario. I suoi principali asset dovrebbero confluire in una newco che fa capo alla Korea Line Corp., la seconda compagnia di trasporti marittimi della nazione, controllata dalla SM Group, una holding finanziaria di medie dimensioni. Il ministro ha dichiarato che il governo offrirà il supporto finanziario a SM Group per il lancio della nuova compagnia.

La Corea del Sud è stata attiva nel settore crocieristico in un passato recente, riscuotendo scarso successo. Tra il 2012 e il 2014 la Harmony Cruise, compagnia posseduta dalla Polaris Shipping di Seoul, attiva nel settore mercantile, realizzava mini crociere da tre o quattro notti tra Corea del Sud e Giappone impiegando la Club Harmony, già conosciuta dal pubblico italiano con il nome Costa Marina.

Fonte: The Korea Herald
Foto: Henri Bergius

[otw_is sidebar=otw-sidebar-4]

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI

PIU' LETTI DI OGGI
l
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER

147
Bilgin
45 m | 2014
S/Y Yamakay
CMN
42.36 m | 1994
SL102 A
Sanlorenzo
31.08 m | 2019
One Hundred
Baia
31 m | 2010
SL100
Sanlorenzo
30.48 m | 2007
30M
Princess
30.45 m | 2018
100 Corsaro
Riva
29.85 m | 2018
SD 92
Sanlorenzo
27.60 m | 2016
SD 90
Sanlorenzo
27.43 m | 2023


Superyacht
Varata la quarta unità di Mangusta Oceano 50
21 Giugno 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee