Megayacht
Hot Lab svela i dettagli del concept Oceanco Superleggera 80
41     
l 728x90_Crociere_AlwaysOn

Dall’essenza del design italiano e dalla lunga esperienza di Hot Lab nasce Superleggera 80, uno yacht di Oceanco superbamente elegante, ma con discrezione, caratterizzato da esterni sinuosi e interni scintillanti.

«Un design degno di questo nome – esordisce Antonio Romano, direttore commerciale del Gruppo Viken e co-fondatore di Hot Lab – deve suscitare emozione, altrimenti faremmo tutti barche incredibilmente ottimizzate e completamente sterili. Questa ricerca di una risposta emotiva non è solo una parte fondamentale dell’approccio di Hot Lab al design dei superyacht, ma è anche un aspetto fondamentale del seducente concept di superyacht Superleggera 80».

Il concept, che combina la continuità delle superfici con le essenze del design automobilistico degli anni ’60, è stato sviluppato su invito del costruttore olandese di superyacht Oceanco come parte della gamma Simply Custom del cantiere. Simply Custom utilizza una piattaforma comune di architettura e ingegneria navale di 80 metri sviluppata da Lateral Naval Architects ed Oceanco ha richiesto a 17 rinomati studi di design, tra cui Hot Lab, di creare i propri concept partendo dalle specifiche del cantiere.

Superleggera 80 trae ispirazione da un’idea semplice: disegnare linee pulite ed essenziali come se nascessero senza sforzo, con naturalezza. «Volevamo che il design fosse morbido e minimale, sottilmente legato allo stile di navigazione, senza spigoli e con una grande continuità di superfici» afferma con entusiasmo Enrico Lumini, partner e responsabile design di Hot Lab. «Oltre a questo, abbiamo puntato a rompere alcuni schemi ricorrenti, come la tipica poppa di uno yacht con le sue scale e i suoi boccaporti. Abbiamo nascosto entrambi sotto un velo di teak. Quando progettiamo nuovi prodotti – continua – ci concentriamo su alcuni dettagli, inseguendo l’obiettivo di una costante innovazione incrementale».

Il risultato è uno stile classicamente elegante ma naturalmente contemporaneo che incorpora ovunque sottili spunti di design, fondendoli senza soluzione di continuità in modo che rimangano d’impatto anche se notati solo inconsciamente. Inoltre, il team di Hot Lab ha lavorato su tutti gli aspetti del concept, dagli esterni agli interni, al layout e ai concetti di base dello stile degli interni, il tutto sviluppato all’interno dei parametri, dei vincoli e dei requisiti delineati dal cantiere. «La cosa incredibile di progettare gli interni contemporaneamente agli esterni è la possibilità di poter collegare il design su scale diverse, dai grandi ai piccoli dettagli» afferma Lumini.

Hot Lab ha affermato che il design intende evocare lo stesso senso di stupore che si prova in un ampio attico, e questo è stato confermato da dettagli del layout come l’atrio principale alto cinque metri o il bar centrale illuminato da un lucernario. Ci sono sei suite per gli ospiti più una magnifica armatoriale, abbondante luce naturale proveniente dalle ampie vetrate dei quattro ponti e un beach club davvero lussuoso a poppa, oltre a una imponente palestra con balcone apribile.

Inoltre, il design incorpora l’innato senso dello stile italiano di Hot Lab. «Il design italiano è prima di tutto elegante e noi ci sforziamo di esserlo» dichiara Lumini. «Ognuno ha la propria visione di bellezza e eleganza, ma per noi questo significa progettare ‘meno’, togliere piuttosto che aggiungere, pulire piuttosto che ingombrare».

«Chiaramente – spiega il designer – l’influenza di un cliente può essere più significativa quando si tratta di interior design, ma in generale lo studio mira a guidare i proprietari verso un design pulito e rigoroso. Per il Superleggera 80, questo si riflette in uno stile e in uno schema di colori luminosi e contemporanei, mobili curvi e illuminazione integrata, legno e finiture laccate lucide, ed elementi che non mancheranno di incantare, come la piscina del ponte di poppa la cui estremità in vetro scivola dolcemente verso la aggraziata cascata curva di teak che scorre sullo specchio di poppa».

Naturalmente, trovare un equilibrio tra “senza tempo” e “contemporaneo” non è un’impresa da poco, e lo sviluppo di un concept che si rivolga a un’ampia base di potenziali clienti può, se non gestito con occhio esperto e giudizio, portare a interni banali. Non è così con Superleggera 80, come spiega Lumini: «È una sfida, e non credo che sia sempre possibile avere successo rispetto a ciò che si può fare con le linee esterne» ammette. «Ma quello che cerchiamo di fare è imporre il ‘nostro’ stile: reiteriamo alcuni elementi stilistici, diventando così dei classici e facendo in modo che il nostro design venga riconosciuto. Questa firma è il nostro modo per raggiungere un’ampia base di clienti senza essere noiosi».

C’è anche un altro fattore in gioco: quella che Hot Lab chiama “architettura per viaggiatori“. «È una visione: significa concepire lo yacht come un perfetto connubio tra stile e utilità, tra praticità e bellezza, ed è esattamente quello che abbiamo applicato a Superleggera 80» afferma entusiasta Lumini. «La praticità è emozionale: è quella sensazione che ribadisce all’armatore, ogni volta che la vive, di aver fatto la scelta giusta. Il designer giusto, il progetto giusto, lo yacht giusto. L’unione tra perfetta praticità e stile, significa comunicare ai propri clienti, e loro ai loro amici “ho fatto bene, questo è lo yacht che fa per me”. Il nostro Superleggera 80, insieme all’ingegneria di Lateral e all’abilità nella costruzione di superyacht di Oceanco, è quel progetto, quello yacht».

«Se il nostro design non evoca emozioni – conclude Antonio Romano – allora non siamo designer. Superleggera punta a strappare un sorriso. Bisogna ammirarla e sorridere interiormente, come per dire: “Eccola, l’ho trovata, questa sarà la mia barca”».






Fonte: Sand People Communication per Viken Group

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Inizia la fase di allestimento del 111 metri Y726 di Oceanco
19 Dicembre 2023

di Redazione Superyacht

Oceanco consegna Seven Seas, gigayacht di 109 metri
3 Luglio 2023

di Redazione Superyacht

Al via i lavori di allestimento di Y722, Oceanco di 111 metri
15 Giugno 2023

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI
l B&Me 50€ nuovi hotel
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Seven Seas Grandeur
Spagna, Francia, Principato di Monaco, Italia, Malta
14 notti
Seadream I
Da Nizza a Venezia
14 notti
Silver Moon
20 notti
Marocco, Gibilterra, Tunisia, Malta, Italia, Spagna
Seabourn Quest
Da Venezia a Lisbona
20 notti
Star Legend
Da Lisbona a Piran
18 notti
Explora II
Da Civitavecchia a Barcellona
16 notti
Le Champlain
Malta e Italia
8 notti
Celebrity Silhouette
Francia, Italia, Montenegro, Croazia, Grecia
11 notti
Vista
Francia, Principato di Monaco, Italia, Montenegro, Croazia
10 notti


Superyacht
Varata la quarta unità di Mangusta Oceano 50
21 Giugno 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht


Crociere Luxury
X-Pagoda: la rivoluzione del charter di lusso
17 Giugno 2024 di Redazione Crociere
Rivelata la stagione inaugurale di Star Seeker
15 Giugno 2024 di Redazione Crociere