Megayacht
Prosegue a pieno regime la costruzione del Wider Moonflower 72
43     

A seguito della posa della chiglia annunciata un anno fa, la costruzione del Wider Moonflower 72, progetto full-custom ideato da Nauta Design, prosegue puntualmente presso il Superyacht Hub di Wider a Porto Marghera, Venezia.

Lo scafo in acciaio e la sovrastruttura in alluminio sono state accoppiate e le “lavorazioni a caldo” sono ora completate. L’allestimento della strumentazione procede e i motori principali saranno installati più avanti a fine estate. Le tubazioni sui ponti inferiori sono in corso e la compartimentazione degli spazi interni su ciascun ponte sta procedendo, così come l’allestimento interno.

Ufficialmente contrattualizzato nel gennaio 2022, con consegna prevista per il 2025, Moonflower 72 è il primo progetto full-custom dopo la ricapitalizzazione di Wider guidata da Marcello Maggi, titolare di W-Fin, la società di controllo che detiene il 100% del capitale di Wider.

«La costruzione di Moonflower 72 è ben avviata presso il nostro Superyacht Hub dedicato esclusivamente a progetti full-custom» afferma Marcello Maggi. «Abbiamo scelto appositamente Venezia per la sua posizione strategica e la professionalità dei vari lavoratori coinvolti. Inoltre, l’armonia tra Wider e Nauta Design fa sì che i lavori procedano in pieno rispetto del piano di produzione».

«Il design di Moonflower è moderno ma senza tempo ed è basato sulla combinazione equilibrata di stile e comfort con linee pure ed eleganti e una connessione armoniosa tra l’esterno e l’interno, creando un rapporto molto stretto con la natura e l’ambiente marino circostante» afferma Mario Pedol, co-fondatore dello studio Milanese Nauta Design. «Siamo felici e orgogliosi di contribuire insieme a Wider a questo incredibile superyacht che non vediamo l’ora di vedere in acqua!».

Moonflower 72 sarà dotata dell’ultimo sistema ibrido di propulsione di Wider, composto da due generatori a velocità variabile forniti da MAN Energy Solutions da 1.860 kW ciascuno, che in combinazione con una batteria al nichel sodio di circa 1 MW/h da FZSoNick, offrono la possibilità di produrre energia sempre al punto di consumo più basso, riducendo le emissioni di CO2 di circa il 20%.

I motori endotermici sono pronti per l’utilizzo di HVO (olio vegetale idrotrattato) e metanolo al fine di seguire il percorso a zero impatto intrapreso da Wider. Inoltre, l’energia dissipata sotto forma di calore dal sistema di propulsione elettrica verrà riciclata in acqua calda per tutti gli utilizzi richiesti a bordo, ed anche il funzionamento dei sistemi di bordo verrà ottimizzato per garantire la massima efficienza.

IL SISTEMA IBRIDO SERIALE WIDER

Wider è il primo cantiere ad introdurre una tecnologia di propulsione ibrida seriale nell’industria dei superyacht full-custom ed attualmente applicata anche a bordo dei catamarani Wider.

Nel sistema diesel-elettrico convenzionale, la propulsione elettrica offre un’alternativa semplice alla propulsione diesel. Tuttavia tale soluzione non consente né viaggi brevi né di rimanere ancorati neanche per brevi periodi di tempo senza produrre emissioni.

L’inedita architettura ibrida seriale di Wider garantisce un sistema completamente modulare e altamente flessibile, progettato per essere costantemente aggiornato con componenti allineati alla tecnologia più avanzata.

Al centro del sistema ibrido seriale di Wider si trova un DC-Bus, un accumulatore di energia che collega e gestisce i vari componenti: generatori, batterie, propulsione elettrica, propulsori, servizi di hotel e pannelli solari. Il flusso di energia in entrata, sia creato dai generatori diesel che dai pannelli solari, è gestito dal Wider PMS (Sistema di Gestione dell’Energia), accessibile dalla plancia e dotato di un’interfaccia estremamente intuitiva ispirata ai videogiochi. L’energia viene convogliata verso le utenze che la richiedono o, se c’è un surplus, viene immagazzinata nelle batterie a bordo.

I gruppi di batterie sono al centro del sistema di propulsione ibrida seriale. Il Sistema di Gestione delle Batterie monitora costantemente temperatura, corrente, livello di carica, tensione e altri parametri fisici. Queste schede intelligenti comunicano tra loro per bilanciare la carica prodotta ottimizzando così le prestazioni.

I generatori funzionano solo quando necessario e al loro consumo energetico più basso.

La tecnologia di Wider consente di navigare in modalità Zero Emissions fino a 10 ore e l’uso di tutti i servizi e sistemi di bordo per un massimo di 30 ore.

Generando energia proprio quando necessario, i motori sono meno sollecitati con conseguenti intervalli più lunghi tra le revisioni rispetto agli yacht tradizionali.

Fonte: Sand People Communication per Wider

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Varata la prima unità del WiderCat 92
15 Gennaio 2024

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER

147
Bilgin
45 m | 2014
S/Y Yamakay
CMN
42.36 m | 1994
Akhir 35S
Cantieri di Pisa
34.72 m | 1990
SL102 A
Sanlorenzo
31.08 m | 2019
One Hundred
Baia
31 m | 2010
SL100
Sanlorenzo
30.48 m | 2007
100 Corsaro
Riva
29.85 m | 2018
SD 92
Sanlorenzo
27.60 m | 2016
SD 90
Sanlorenzo
27.43 m | 2023


Superyacht
Varato il quarto Custom Line 140’
15 Aprile 2024 di Redazione Superyacht
ISA Unica 40m: paradigma contemporaneo
28 Marzo 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht
Venduto il quarto Amels 80
9 Aprile 2024 di Redazione Superyacht
Amels 200 M/Y Marsa partito per il suo viaggio inaugurale
30 Marzo 2024 di Redazione Superyacht