• Beneteau-2,76%

  • Carnival-3,89%

  • Fincantieri-1,25%

  • Genting Hong KongPre-apertura

  • Immsi-3,20%

  • Lindblad Expeditions Holdings-9,50%

  • MarineMax-7,26%

  • Norwegian Cruise Line Holdings-4,61%

  • Royal Caribbean Cruises-2,57%

  • Sanlorenzo-5,31%

  • The Italian Sea Group-1,50%

  • TUI-4,37%

  • Viking Line-4,55%

Destinazioni
Dal 2020 nuove regole per il transito delle navi passeggeri alle Svalbard
127     

Dal 1 gennaio 2020 entreranno in vigore le nuove regole per il transito delle navi passeggeri alle Isole Svalbard. A darne l’annuncio è l’Autorità Marittima Norvegese (NMA), spiegando che l’introduzione delle nuove norme rappresenta un provvedimento necessario per un turismo crocieristico sostenibile volto ad aumentare la sicurezza delle persone e dell’ambiente in seguito all’incremento del traffico navale nella regione.

Con l’introduzione del nuovo regolamento, tutte le navi norvegesi ed estere in transito nelle acque territoriali dell’arcipelago dovranno essere costruite, equipaggiate e gestite in modo da fornire garanzie di sicurezza soddisfacenti. Questo potrebbe comportare la conversione e modifica di quelle navi prive di certificazioni internazionali (SOLAS). Per queste ultime è stato stabilito un periodo di transizione di 5 anni per permettere alle compagnie l’adeguamento alle nuove disposizioni ripartendo i costi su un piano pluriennale.

Nella definizione della nuova normativa la NMA ha preso in considerazione le opinioni degli operatori del settore, in modo particolare quelle di AECO (Association of Arctic Expedition Cruise Operators), con cui si è confrontata attraverso una serie di incontri che si sono tenuti a Oslo e alle Svalbard, accogliendo i loro utili suggerimenti. Contemporaneamente, la NMA sostiene di aver mantenuto un dialogo con la guardia costiera norvegese e con il governatore delle Svalbard.

Attualmente per il trasporto passeggeri alle Svalbard alle compagnie viene richiesta la conformità delle navi a varie certificazioni e standard di sicurezza. Per le unità provviste del Passenger Ship Safety Certificate previsto dalla Convenzione Internazionale per la Sicurezza in Mare (SOLAS), le nuove disposizioni avranno un impatto finanziario limitato per le compagnie armatrici. Per tali navi è infatti già richiesta la conformità al Polar Code, pertanto si tratterà solo di implementare modifiche operative.

Entrato in vigore il 1 gennaio 2017, il Polar Code definisce regole comuni obbligatorie per le navi impegnate in viaggi internazionali che attraversano le acque polari, e le Svalbard rientrano appunto in un’area in cui il Polar Code è applicabile.

Secondo il governatore delle Svalbard, il traffico navale e dei passeggeri nell’arcipelago è aumentato significativamente negli ultimi dieci anni. Nel 2008 erano 28 le unità da crociera convenzionali e 28.697 i passeggeri trasportati, mentre nel 2018, nonostante le navi siano state solo 15, hanno portato alle isole 45.900 passeggeri. Ma ancora più importante è stata la crescita delle navi da spedizione, passate da 24 unità e 10.040 passeggeri trasportati nel 2008 a ben 59 navi con 21.000 passeggeri nel 2018.

Fonti: Cruise Industry News, Sjøfartsdirektoratet – Norwegian Maritime Authority

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
ARTICOLI CORRELATI

CONSIGLIATI E SPONSORIZZATI
IDEE PER LA CROCIERA
CROCIERE IN BORSA


Superyacht
Heesen vara Project Aura
23 Dicembre 2021 di Redazione Superyacht
Venduto da Baglietto un altro DOM 133
22 Dicembre 2021 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Completato il refit di Marella Explorer
5 Gennaio 2022 di Redazione Crociere
AIDAmira dismette la bandiera italiana
27 Dicembre 2021 di Redazione Crociere


CRUISE LIFESTYLE
CRUISE & SUPERYACHT NEWS