Expedition Yacht
Canados Oceanic 140 Fast Expedition: l’autonomia del dislocante, la velocità del planante
593     

Si chiama Oceanic 140 Tri-Deck l’ammiraglia della linea Fast Expedition di Canados, la cui costruzione della prima unità è già cominciata e destinata ad un cliente fidelizzato del marchio, un armatore che intende posizionare lo yacht in Costa Azzurra.

Si tratta dello yacht più grande mai costruito da Canados, la cui consegna è slittata da settembre 2021 a marzo 2022, una scelta condivisa con il cliente in modo da installare sull’unità i nuovi motori CAT 32B Series, evoluzione dei CAT 32 Acert. La scelta di cambiare motorizzazione è stata determinata dalle migliori prestazioni di cui potrà beneficiare lo yacht, tre motori ottimizzati per funzionare sia a velocità dislocanti che plananti. Oceanic 140 è il primo yacht in Europa ad avere questo nuovo impianto propulsivo.

Lo scafo di 43 metri sfrutta il progetto dell’ufficio tecnico del cantiere denominato DHC (Displaning Hull Concept), in grado di combinare perfettamente due caratteristiche antitetiche: la lunga autonomia in modalità dislocante, dai 10 ai 14 nodi, e l’alta velocità in modalità planante con punte di 25 nodi.

Nonostante il concept e l’architettura da explorer, avrà l’aspetto di un vero superyacht di lusso, caratterizzato da scafo con finiture Awlgrip a specchio, grande doppia scalinata di poppa, tripla propulsione e bulbo di prua. La chiglia percorre oltre due terzi della lunghezza dello scafo, in modo da aumentare la stabilità sia alle basse velocità che con mare formato.

Le due scalinate riducono il galleggiamento di poppa ed il beccheggio nelle velocità dislocanti, e compensano il peso della sovrastruttura installata molto più a prua.

Lo specifico progetto del bulbo di prua, studiato dal cantiere, aumenta la corsa alle basse velocità, riducendo i consumi di carburante. Sopra i 20 nodi, il bulbo sarà parzialmente fuori dall’acqua e permetterà di ridurre il beccheggio.

I tunnel dei tre propulsori sono stai progettati per ridurre il pescaggio che risulterà di 2,10 metri a mezzo carico, aprendo pertanto alla possibilità di navigare in acque dai bassi fondali.

Con i nuovi motori Caterpillar, l’Oceanic 140’ Fast Expedition offrirà un’autonomia di oltre 6.000 miglia nautiche alla velocità di 10 nodi, mentre a 25 nodi l’autonomia si attesta nell’ordine delle 800 miglia nautiche. Il cantiere non rivela la potenza che verrà installata.

La configurazione dei motori è piuttosto inusuale, con due CAT 12 cilindri a V equipaggiati con sistema di controllo della rotazione dell’elica e trasmissione del motore centrale con intercooler. Questo consentirà allo yacht una lunga autonomia utilizzando i due motori laterali e quello centrale spento, senza rischio per la trasmissione e gli iniettori dei motori laterali. Con questa configurazione l’Oceanic 140 navigherà ad una velocità di circa 10/11 nodi con consumi molto contenuti, nell’ordine dei 50 litri all’ora.

Il superyacht avrà un ponte di poppa di circa 110 metri quadrati, con jacuzzi, zona prendisole, bar, area pranzo e bagno di servizio, con accesso diretto all’area tender a mezza nave dalle dimensioni sufficienti per un tender di 6 metri oltre a toy in abbondanza. Sotto il garage sarà installato un sistema di stabilizzazione giroscopico Veem 145 SD.

Gli interni dell’Oceanic 140’ sono stati disegnati dallo studio romano Michela Reverberi, che già ha collaborato con Canados curando l’interior design dell’ultimo Canados 888.

Saranno interni particolarmente eleganti, che combineranno pannelli in pelle cuciti a mano e cuoio duro con rilievi dorati raffiguranti le sequenze di Fibonacci a inserti in bronzo, legno tay e palissandro, oltre ancora a mogano con inserti in acciaio inox spazzolato.

Tutto il main deck sarà rivestito con tatami in rovere europeo argentato rifinito con polvere d’oro. Le aree di questo ponte comprenderanno il salone principale e la zona pranzo formale che saranno naturalmente luminose grazie alle finestre a tutta altezza, oltre ancora ad includere cucina, cabina del comandante e plancia di comando a tutto baglio con ponte integrato Böning.

Il lower deck sarà diviso tra area equipaggio, a prua, e le quattro cabine ospiti, di cui due enormi VIP con letti queen size e salotto privato.

La sala macchine, che precede la zona tender, sarà accessibile dalla sala controllo situata in prossimità della cabina del macchinista.

Il portellone di poppa accoglierà un garage pensato per ospitare due auto elettriche che potranno essere sbarcate e imbarcate con l’ausilio di una piattaforma Opacmare Transformer. Questo spazio, quando viene liberato dalle auto, diventerà un beach club.

L’upper deck sarà completamente dedicato all’armatore ed accoglierà la grande suite armatoriale, il ponte di poppa privato e la terrazza di prua con jacuzzi.

L’area panoramica del sundeck avrà due wing station, area prendisole, bar, sauna e bagno.

SPECIFICHE GENERALI
Lunghezza f.t.:42,95 metri
Lunghezza alla linea di galleggiamento a metà carico:37,20 metri
Baglio massimo:8,22 metri
Pescaggio a pieno carico:2,20 metri
Dislocamento a vuoto:190 tonnellate
Dislocamento a pieno carico:240 tonnellate
Cabine ospiti:1 Suite armatoriale
2 Cabine VIP
2 Cabine doppie
Equipaggio:8
Capacità carburante:32.800 litri
Capacità acqua dolce:6.000 litri
Capacità acque grigie/nere:3.500 litri
MOTORI E PRESTAZIONI
Motori principali:3 x Caterpillar C32 B Series
Propulsione:Tripla elica
Velocità massima:25 nodi
Velocità di crociera:20 nodi
Autonomia:6.000 mn a 10 nodi
800 mn a 25 nodi







Fonte: Sand People Communication per Cantieri di Ostia

[otw_is sidebar=otw-sidebar-1]

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Al via dall’1 al 6 ottobre 2020 il Salone Nautico di Genova
18 Settembre 2020

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Silver Ray
Da Fusina a Pireo
11 notti
Seven Seas Splendor
Da Istanbul a Civitavecchia
24 notti
Explora I
Italia, Croazia, Montenegro, Grecia, Turchia
28 notti
Seabourn Encore
Grecia, Italia, Montenegro
10 notti
Vista
Da Trieste a Pireo
11 notti
SeaDream I
Da Istanbul a Venezia
12 notti
Le Ponant
Da Pireo a Dubrovnik
7 notti
Wind Surf
Grecia e Turchia
10 notti
Nieuw Statendam
Da Pireo a Civitavecchia
28 notti


Superyacht
Varato il nono Mangusta GranSport 33
17 Maggio 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Costa Crociere torna a Olbia con Costa Pacifica
14 Maggio 2024 di Redazione Crociere



Megayacht
ISA Sportiva 66 metri entra nella fase di allestimento
6 Maggio 2024 di Redazione Superyacht


Crociere Luxury
Silversea prende in consegna Silver Ray
14 Maggio 2024 di Redazione Crociere
Due nuove navi per Windstar Cruises
11 Aprile 2024 di Redazione Crociere