Superyacht
Francesco Rogantin svela i segreti dell’ingegnerizzazione del nuovo Codecasa Classic Yacht 24
18     

C’è il design e ci sono i contenuti tecnici. Il primo lo si può apprezzare già a colpo d’occhio, i secondi richiedono una più attenta analisi e spesso si apprezzano solo nell’uso di uno yacht. Tutto questo è particolarmente evidente nel Codecasa Classic Yacht 24, che colpisce subito per le sue linee un po’ retrò, ma che lascia intuire per gli allestimenti della coperta, in particolare nella zona poppiera, non solo un accattivante design, ma anche soluzioni tecnologiche di ultima generazione, frutto del lavoro della Studio Names di Francesco Rogantin.

«Fornire contenuti tecnologici all’altezza dei design più esclusivi è la nostra missione» spiega Francesco Rogantin. «Lo studio nasce nell’aprile 2019, naturale evoluzione del mio personale percorso professionale, che mi aveva visto impegnato come ingegnere navale su progetti di yacht fino a oltre 100 metri di lunghezza e poi direttore tecnico dei Cantieri Navali di Lavagna, dove ho seguito lo sviluppo delle ammiraglie della linea Admiral: il 40 metri ‘Aqua’ e il 42 metri ‘Blue Eyes’».

L’attività di progettazione di Names è complementare a quella degli studi di design con i quali ci deve sempre essere totale sinergia tecnica e mai sovrapposizione di ruoli, sviluppando soluzioni tecniche all’avanguardia e capaci di soddisfare le esigenze estetico-stilistiche.

Core-business distintivo di Names è quindi la progettazione navale di yacht dislocanti o plananti di acciaio, alluminio, legno o materiali compositi, oltre a tutte le mansioni di supervisione e supporto al cantiere durante l’iter progettuale e costruttivo.

Tra i numerosi progetti che vedono Names impegnata oggi, spicca il Codecasa Classic Yacht 24, il nuovo 24 metri disegnato dall’italiano Luca Dini. Una sfida complessa, volta a coniugare le linee e il design degli Anni Sessanta con soluzioni tecnicamente avanzate.

«La sfida era proprio quella di unire le linee classiche a una costruzione moderna per fare di questo 24 metri qualcosa di unico» spiega Francesco Rogantin. «Al designer Luca Dini il merito di aver dato allo yacht una personalità marcata, a noi spettava invece il compito di ingegnerizzare questo progetto: per ingegnerizzazione di un progetto, si intende tutto quanto costituisce la struttura della barca, dallo studio delle linee d’acqua dell’opera morta alle soluzioni costruttive, per esempio, per montare gli oblò nell’opera viva, oltre ovviamente l’ossatura dello scafo e dei ponti».

Nello specifico, per il Codecasa Classic Yacht 24, lo studio Names ha dovuto studiare una particolare gruetta a totale scomparsa sul ponte principale per alare il tender custom di 4,8 metri: si tratta di una soluzione che riveste un ruolo basilare per lasciare completamente sgombra questa zona una volta che il tender è in acqua e permettere di allestire un living aperto totalmente sgombro da ogni attrezzatura.

Altrettanto complesso e progettualmente impegnativo è stato lo studio della struttura del beach club poppiero che l’armatore aveva richiesto quasi interamente chiuso.


© Codecasa

Il Codecasa Classic Yacht 24 è lungo 24 metri fuori tutto per un baglio massimo di 6,50 metri; la motorizzazione è affidata a una coppia di MAN V12 da 1.550 cv l’uno, in grado di spingere le 90 tonnellate del dislocamento a pieno carico alla ragguardevole velocità di 25 nodi. Merito anche della carena semidislocante, frutto dei calcoli di Francesco Rogantin, che è dotata di una tradizionale trasmissione a linea d’asse: la velocità di crociera è di 20 nodi e l’autonomia di 2100 miglia nautiche a nove nodi grazie a un serbatoio carburante di 10mila litri. L’allestimento degli interni prevede una cabina armatoriale sul ponte di coperta e tre cabine ospiti sul lower deck. A oggi, presso i Cantieri Navali Codecasa di Viareggio lo scafo è già in fase avanzata di allestimento e la consegna è prevista per l’estate 2023.

«Questa è la prima volta che il nostro studio lavora insieme ai Cantieri Navali Codecasa» conclude Francesco Rogantin. «Una collaborazione che si rinnoverà con il progetto del Classic 110, un 34 metri sviluppato sulle scelte estetiche e progettuali del Codecasa Classic Yacht 24 sempre in collaborazione con lo studio Luca Dini Design».

SPECIFICHE TECNICHE
Modello:Classic Yacht 24
Cantiere:Cantieri Navali Codecasa
Architettura navale:Names by Francesco Rogantin
Design:Luca Dini Design & Architecture
Lunghezza f.t.:24 metri
Larghezza:6,50 metri
Pescaggio:1,40 metri
Dislocamento a pieno carico:90 tonnellate
Materiale di costruzione:Alluminio 5083 H111/H321
Cabine ospiti:1 Suite armatoriale
3 Cabine ospiti
Cabine equipaggio:2 doppie
Motori principali:2 x MAN D2862LE426 V12 1550 Hp
Generatori:2 x Kohler 28 kW 4010V 50Hz 3ph diesel
Stabilizzatori:Seakeeper giroscopici
Propulsione:Doppia elica Detra
Velocità massima:25 nodi
Velocità di crociera:20 nodi
Autonomia:2.100 mn a 9 nodi
Classifica:RINA “C ✠ Hull, ° Mach, Service Unresticted”







Fonte: Sand People Communication per Names

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Svelate le aree interne ed esterne del Codecasa 43 M/Y Boji
28 Settembre 2022

di Redazione Superyacht

Trasferito a Viareggio il nuovo Codecasa 58 costruzione C127
12 Agosto 2022

di Redazione Superyacht

Consegnato il Codecasa 43 M/Y Boji
11 Luglio 2022

di Redazione Superyacht


IDEE DI VIAGGIO: NORD EUROPA
Costa Favolosa
Olanda, Irlanda e Inghilterra
MSC Virtuosa
Belgio, Olanda, Francia, Regno Unito
MERCATI FINANZIARI


Superyacht
Mangusta 165 M/Y AAA in vendita da Camper & Nicholsons
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht
Benetti Classic 115 M/Y Accama in vendita da Idea Yachting
24 Novembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht
Venduto il settimo Baglietto T52
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht
Sanlorenzo posa la chiglia del primo 72Steel
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht
Posata la chiglia di Project Venus
23 Novembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Luxury
Tagliata la prima lamiera di Silver Ray
23 Novembre 2022 di Redazione Crociere