Crociere Contemporanee
Royal Caribbean vende la quota di maggioranza di Pullmantur e CDF
199     

RCL Cruises e il fondo di private equity Springwater Capital hanno annunciato un accordo volto a creare una joint venture che vedrà il trasferimento del 51% delle partecipazioni in Pullmantur e Croisières de France detenute da Royal Caribbean a Springwater, che nel 2014 aveva già acquistato la divisione tour di Pullmantur.

La quota di RCL scenderà al 49% e manterrà la totale proprietà delle navi e dei progetti in essere realizzati attraverso i brand Pullmantur e CDF, che saranno dati in noleggio alla joint venture. L’accordo prevede anche la fornitura di Royal Caribbean della gestione tecnica delle navi.

La joint venture amplia la preesistente partnership di successo tra RCL e Springwater, attiva nel trasporto aereo con Wamos Air (ex Pullmantur Air) e nella vendita ed organizzazione viaggi. L’accordo espande il portafoglio di attività di Springwater nel settore turistico, che comprende investimenti in compagnie aeree e agenzie viaggi in Spagna, Francia e Portogallo.

In una nota Royal Caribbean spiega che questa operazione permetterà alla compagnia di focalizzarsi sugli altri marchi del gruppo, certa che la gestione di Pullmantur e CDF sotto Springwater Capital potrà garantire esperienze di crociera di alta qualità e culturalmente autentiche adatte alla clientela francese e spagnola.

«Visti i segni di ripresa dell’economia spagnola e l’aumento dell’interesse per le crociere in Francia,  crediamo che questo sia il momento giusto per portare la lunga esperienza dei nostri validissimi collaboratori di Pullmantur  e CDF nel settore dei viaggi locali e turistico gestiti dallo staff di Springwater. La gestione di Springwater a Madrid, in sinergia con la lunga tradizione di RCL nella gestione delle crociere, costituiranno le basi per migliorare la redditività nel futuro» ha dichiarato Martin Gruschka, CEO di Springwater Capital.

E’ previsto il perfezionamento dell’operazione entro l’anno, una volta ottenuto il via libera delle autorità competenti. Considerati i mercati in cui Pullmantur opera, la transazione potrebbe avere ripercussioni sulla redditività. L’ammontare di questo impatto non potrà essere determinato prima della chiusura dell’operazione e dell’approvazione delle autorità, ma le stime prevedono un effetto sui conti della compagnia da neutrali a marginalmente positivi.

[otw_is sidebar=otw-sidebar-7]

 

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI

PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Seven Seas Grandeur
Spagna, Francia, Principato di Monaco, Italia, Malta
14 notti
Seadream I
Da Nizza a Venezia
14 notti
Silver Moon
20 notti
Marocco, Gibilterra, Tunisia, Malta, Italia, Spagna
Seabourn Quest
Da Venezia a Lisbona
20 notti
Star Legend
Da Lisbona a Piran
18 notti
Explora II
Da Civitavecchia a Barcellona
16 notti
Le Champlain
Malta e Italia
8 notti
Celebrity Silhouette
Francia, Italia, Montenegro, Croazia, Grecia
11 notti
Vista
Francia, Principato di Monaco, Italia, Montenegro, Croazia
10 notti