Superyacht a vela
Varo tecnico dell’iconico Maltese Falcon nel bacino Lusben di Livorno
76     

Il Maltese Falcon di 88 metri, barca a vela fra le più belle al mondo che ha portato una vera rivoluzione nella tecnologia della navigazione, è stato affidato a Lusben per un importante e innovativo lavoro di refit.

Un’operazione di refit così complessa per strutture e attrezzature che ha richiesto, ancora prima di essere avviata, un notevole intervento nel bacino del cantiere di Livorno: il pescaggio di 6 metri e le forme di carene avviate hanno reso necessario progettare e realizzare un sistema ad hoc per mettere in secco l’imbarcazione.

Una volta accolto nel nuovo bacino galleggiante, il team di professionisti di Lusben ha potuto dare il via al progetto di refit che prevedeva una lunga lista di attività: dalla manutenzione dei sistemi di bordo – generatori, motori principali, eliche – all’intervento sull’iconico sistema di movimentazione degli alberi, estremamente sfidante vista l’eccezionale complessità di tale struttura. In aggiunta ha richiesto un altrettanto importante impegno anche la pitturazione di tutto lo scafo completamente riverniciato nel suo distintivo “Blu Perini”, un colore le cui caratteristiche chimico-fisiche richiedono particolari condizioni di lavorazione.

In coperta è stato poi sostituito il teak mentre gli interni sono stati rinnovati per offrire agli ospiti una zona notte ancora più accogliente, elegante e confortevole, insieme a una cucina riccamente attrezzata per servire pranzi e cene agli ospiti. A questi lavori si sono infine aggiunti gli interventi di manutenzione ordinaria.

Lusben ha gestito un refit delicato, con tempi di consegna sfidanti, che ha avuto come risultato non solo un miglioramento estetico e di comfort, ma ha anche restituito alla società armatrice un’imbarcazione che può ora vantare rendimenti migliori ed è più rispettosa dell’ambiente, a fronte di una riduzione dei consumi e delle emissioni, risultato ottenuto grazie alle migliorie adottate sui sistemi di bordo.


© Lusben

Gianni Paladino, Commercial Director ha voluto così commentare il progetto di refit: «Non sarebbe stato possibile arrivare al varo tecnico, assicurando alti standard di qualità che vogliamo offrire ai clienti Lusben, se non fosse stato per le competenze dei nostri professionisti nell’affrontare un progetto così complesso. È stato un vero privilegio lavorare su una barca come il Maltese Falcon, ma i complimenti vanno a tutto il team, coordinato da Alessio Centelli Site Manager, per il grande lavoro svolto».

Gli fa eco Piefrancesco Cafaro, comandante di Maltese Falcon: «In passato avevo già avuto modo di apprezzare Lusben e i servizi che possono offrire, per cui sono stato felice di tornare a collaborare con loro. Il lavoro che abbiamo svolto in sinergia con la loro squadra è stato incredibile, per noi e per la società armatrice lavorare con il cantiere ha significato avere la sicurezza che ogni nostra richiesta sarebbe stata accolta con tempestività e professionalità. Grazie a Lusben da giugno saremo pronti per accogliere i nostri clienti al fine di rendere la loro vacanza in mare un’esperienza indimenticabile».

Arrivato in cantiere a fine ottobre, Maltese Falcon rimarrà fino a fine maggio, quando l’88 metri sarà disponibile per il charter in diverse destinazioni di crociera con tariffe a partire da 490.000 euro a settimana.

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI

PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER

147
Bilgin
45 m | 2014
S/Y Yamakay
CMN
42.36 m | 1994
SL102 A
Sanlorenzo
31.08 m | 2019
One Hundred
Baia
31 m | 2010
SL100
Sanlorenzo
30.48 m | 2007
30M
Princess
30.45 m | 2018
100 Corsaro
Riva
29.85 m | 2018
SD 92
Sanlorenzo
27.60 m | 2016
SD 90
Sanlorenzo
27.43 m | 2023


Superyacht
In acqua il primo AB110
13 Giugno 2024 di Redazione Superyacht
Consegnato M/Y ALP, Heesen di 50 metri ex Project Jade
12 Giugno 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht