Cantieri
MV Werften dichiarata insolvente
92     

MV Werften, cantiere navale di proprietà di Genting Hong Kong, ha dichiarato insolvenza, dopo che il governo tedesco non ha varato l’assistenza finanziaria promessa.

Venerdì scorso MV Werften aveva informato ai 2000 dipendenti dei suoi tre stabilimenti in Germania che gli stipendi del mese di dicembre sarebbero stati versati in ritardo a causa di complicazioni legate alle clausole del contratto di finanziamento. Nonostante l’azienda possieda liquidità per 30 milioni di euro, sufficiente per gli stipendi, sussistono quadri giuridici che non ne consentono il pagamento.

Il gruppo Genting Hong Kong a giugno 2021 aveva concordato una serie di accordi con i creditori per l’accensione di nuovi finanziamenti ed estensioni di quelli in essere per 2,6 miliardi di dollari. Tra gli accordi raggiunti, anche un finanziamento da 300 milioni di euro garantito dal Fondo di Stabilizzazione Economica del governo federale.

Tuttavia, a metà dicembre 2021, tra Genting Hong Kong ed il governo federale si è aperta una controversia a seguito del tentativo dell’azienda di prelevare 88 milioni di dollari dal prestito di sostegno erogato. Il tribunale ha concesso a Genting il prelievo, rivedendo però al ribasso l’importo. Decisione non gradita alla compagnia, che ha sospeso i pagamenti ordinando un ricorso, per il quale si deciderà domani, 11 gennaio.

MV Werften ha completato al 75% la costruzione della Global Dream da 208.000 tonnellate per il marchio Dream Cruises di proprietà di Genting Hong Kong. La consegna della nave è attesa entro l’anno, ma non è chiaro se i arriveranno i fondi necessari per il completamento. Una seconda gemella è attesa per il 2023.

Ma l’attività navalmeccanica dei tre siti di proprietà di MV Werften potrebbe cessare definitivamente. Il sindaco di Mecklenburg Vorpommern si attende infatti la chiusura definitiva del cantiere di Wismar e la riconversione a parco industriale multiuso. Gli stabilimenti produttivi di Stralsund e Warnemünde potrebbero invece trovare impiego nel settore dell’industria eolica offshore.

 

In copertina: Global Dream in costruzione, novembre 2019. Photo credit: Sebastian Krauleidis (CC BY-SA 4.0)

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
ARTICOLI CORRELATI
Crisi Genting Hong Kong, Dream Cruises cessa le operazioni
28 Febbraio 2022

di Redazione Crociere


IDEE PER LA CROCIERA
Silver Moon
Svezia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Polonia, Danimarca
Enchanted Princess
Italia, Grecia, Turchia, Montenegro, Spagna, Gibilterra, Francia
Celebrity Reflection
Croazia, Montenegro, Grecia, Italia
Norwegian Gem
Montenegro, Grecia, Croazia
Queen Victoria
Italia, Gibilterra, Regno Unito
Oosterdam
Montenegro, Grecia, Turchia, Italia
MSC Sinfonia
Italia, Montenegro, Grecia
MERCATI FINANZIARI


Superyacht
Assemblato scafo e sovrastruttura di Project Oslo24
26 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Posata la chiglia di Project Orion
23 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Nuovo ISA GT 33: sofisticato coupé
21 Settembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Pubblicato il Bilancio di Sostenibilità 2021 di Costa Crociere
26 Settembre 2022 di Redazione Crociere
Costa Crociere semplifica i protocolli sanitari Covid-19
19 Settembre 2022 di Redazione Crociere



Megayacht
Nobiskrug costruirà Project Orkan, superyacht di 83 metri
21 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Venduto 73Steel, il più grande superyacht Sanlorenzo
20 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
CRN vara il superyacht CRN M/Y 141
3 Settembre 2022 di Redazione Superyacht