Superyacht
Gulf Craft al Cannes Yachting Festival 2022 con Majesty 100 e 120
15     

Gulf Craft partecipa al Cannes Yachting Festival 2022 con l’anteprima continentale del superyacht Majesty 120, affiancato dal suo modello più venduto, il Majesty 100, rimarcando i propri punti di forza nella costruzione di superyacht in composito.

Nell’anno del 40° anniversario dalla fondazione, Gulf Craft consolida la sua presenza in Europa, presenza che è andata sempre crescendo negli ultimi 12 mesi. Il marchio è ora rappresentato da una rete di concessionari premium in tutto il continente, con nuovi partner che ancora si stanno aggiungendo.

L’anno scorso, Gulf Craft ha venduto diversi modelli a clienti europei, tra cui i Majesty 100, 120 e 140, e, sottolineando la forza delle opportunità di business sempre presenti sul mercato, ha anche consegnato due Majesty 100 e un Majesty 120 a società del settore charter.

Il brand di superyacht di Gulf Craft, Majesty Yachts, ha riscontrato massimo interesse da parte dei clienti europei grazie all’appeal degli scafi in fibra di vetro rispetto alle tradizionali navi in acciaio per il loro peso ridotto, il risparmio di carburante e la capacità di navigare in acque poco profonde.

Mohammed Hussein AlShaali, presidente di Gulf Craft, spiega: «L’Europa è e sarà sempre un mercato incredibilmente importante per noi. Con il passare degli anni, stiamo assistendo a un cambiamento significativo nella percezione dei superyacht in materiale composito: negli anni precedenti il mercato era stato fortemente focalizzato sugli scafi tradizionali in acciaio, ma stiamo vedendo un interesse sempre crescente per gli scafi in fibra di vetro. Per noi questo è un segnale molto positivo, perché abbiamo aperto la strada all’uso dei compositi nei nostri yacht negli ultimi 40 anni e crediamo veramente nei vantaggi intrinseci di questi materiali. Il migliore esempio è il Majesty 175, fiore all’occhiello della nostra gamma e il più grande superyacht di produzione in composito al mondo. Il 175 ha ulteriormente consolidato la nostra posizione di innovatore nell’uso dei compositi».

AlShaali esprime inoltre la sua soddisfazione per la rete di vendita nel Vecchio Continente. «Sono veramente orgoglioso di vedere come la nostra rete di concessionari in Europa si sia rapidamente evoluta per diventare una fiorente comunità di yachting: i nostri partner condividono con noi un patrimonio inestimabile di informazioni e riscontri dai clienti, che ci consentono di soddisfare i desideri specifici degli armatori più esigenti nel continente. Il nostro vantaggio competitivo sta in un impianto di produzione completamente integrato e nelle capacità di progettazione interne. Questo approccio consente che ogni aspetto della costruzione dei nostri yacht, dal design iniziale, all’ingegneria e alla realizzazione, avvenga sotto lo stesso tetto. In questo modo possiamo essere agili e fornire barche altamente personalizzate, che soddisfano le esigenze e le tendenze emergenti degli appassionati di nautica di tutto il mondo».

MAJESTY 120

Al Cannes Yachting Festival, Gulf Craft presenta per la prima volta in Europa il Majesty 120 “Rocket One”. Con una lunghezza di 37 metri, il 120 è stato progettato dallo studio interno di Gulf Craft ed è costruito in vinilestere e fibra di carbonio. È dotato di due motori da 2.400 cavalli e, grazie a un pescaggio di poco più di due metri, ha la capacità di navigare in acque poco profonde, soddisfacendo le esigenze degli armatori europei che cercano prestazioni e maneggevolezza di livello assoluto.

Gli interni del Majesty 120 offrono sei cabine en-suite, con una armatoriale sul ponte principale e una VIP, e quattro matrimoniali/doppie sottocoperta. Ci sono inoltre una lussuosa lounge climatizzata e un grande sundeck, del 30% più ampio di altri yacht nella sua classe.

MAJESTY 100

In acqua c’è anche uno dei modelli di maggior successo di Gulf Craft, il Majesty 100: un altro splendido yacht progettato e costruito interamente all’interno del cantiere. Lungo 33 metri, con un pescaggio di 1,67 metri, è dotato di un esclusivo fly-bridge con sky lounge completamente apribile, interni lussuosi e funzionali e una serie di spazi esterni perfetti sia per gli armatori privati sia per il mercato del charter.

Fonte: Sculati & Partners | Studio EffeErre per Gulf Craft

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
ARTICOLI CORRELATI
Nomad 95 SUV: lo yacht compatto per navigare lontano ma con stile
26 Settembre 2019

di Redazione Superyacht


IDEE PER LA CROCIERA
Silver Moon
Svezia, Finlandia, Estonia, Lettonia, Polonia, Danimarca
Enchanted Princess
Italia, Grecia, Turchia, Montenegro, Spagna, Gibilterra, Francia
Celebrity Reflection
Croazia, Montenegro, Grecia, Italia
Norwegian Gem
Montenegro, Grecia, Croazia
Queen Victoria
Italia, Gibilterra, Regno Unito
Oosterdam
Montenegro, Grecia, Turchia, Italia
MSC Sinfonia
Italia, Montenegro, Grecia
Roncato - Summer2021
MERCATI FINANZIARI



Superyacht
Posata la chiglia di Project Orion
23 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Nuovo ISA GT 33: sofisticato coupé
21 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Centouno Navi “Forza”: la velocità può essere anche green
15 Settembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Costa Crociere semplifica i protocolli sanitari Covid-19
19 Settembre 2022 di Redazione Crociere



Megayacht
Nobiskrug costruirà Project Orkan, superyacht di 83 metri
21 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
Venduto 73Steel, il più grande superyacht Sanlorenzo
20 Settembre 2022 di Redazione Superyacht
CRN vara il superyacht CRN M/Y 141
3 Settembre 2022 di Redazione Superyacht