Cantieri
Arrestati dodici ex dirigenti di Uljanik per attività fraudolenta
158     

Dodici ex dirigenti del cantiere Uljanik sono stati arrestati martedì dall’unità investigativa anticorruzione croata. Le accuse a loro carico sono di attività fraudolenta, costata al maggiore cantiere della Croazia circa 160 milioni di euro.

Secondo fonti non ufficiali, tra gli arrestati figurerebbe anche l’ex presidente Gianni Rossanda e il suo predecessore Anton Brajkovic.

Le indagini si sono concentrate sul periodo della ristrutturazione del cantiere, tra il 2012 e il 2013.

Al momento non è ancora chiaro quale sarà il futuro di Uljanik. Le opzioni possibili sono la ristrutturazione del gruppo oppure il fallimento. Una decisione su quale strategia adottare era attesa dal governo croato la settimana scorsa, tuttavia non è stato raggiunto nessun accordo. Un nuovo incontro è in programma nelle prossime settimane.

Il cantiere croato ha in fase di costruzione avanzata Scenic Eclipse, il lussuoso megayacht per spedizioni di Scenic Cruises la cui consegna è giunta al terzo rinvio ed attualmente prevista per questa estate. Per cercare di rispettare i tempi Scenic ha assunto direttamente personale esterno specializzato nella costruzione di navi da crociera proveniente da Finlandia, Italia, Regno Unito e Norvegia.

Fonte: Cruise Industry News
Foto: Uljanik Group

[otw_is sidebar=otw-sidebar-1]

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Rinviata per la terza volta la consegna della Scenic Eclipse
13 Febbraio 2019

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI


Superyacht
Venduto Project Jade, Heesen di 50 metri
26 Febbraio 2024 di Redazione Superyacht