Superyacht
Baglietto DOM 115, arriva il nuovo entry-level della linea DOM
51     

E’ stato presentato ieri a Fort Lauderdale, in Florida, l’ultimo nato di casa Baglietto, il DOM 115, entry-level di 35 metri della fortunata serie DOM, di cui ben 8 esemplari sono stati venduti dal cantiere spezzino negli ultimi due anni. 

Durante un incontro con la forza vendite delle brokerage houses nordamericane tenutosi allo Yacht Club di Lauderdale Marina, il CCO di Baglietto Fabio Ermetto ha approfondito le caratteristiche del nuovo modello della linea DOM, che porta sempre la firma di Stefano Vafiadis per gli esterni. 

«Siamo arrivati a questo progetto per dare seguito alle numerose richieste di clienti che avevano apprezzato gli elementi di forza del DOM 133, ma cercavano uno yacht dalle dimensioni più contenute – commenta Fabio Ermetto, Baglietto CCO – Questo nuovo modello risponde perfettamente alle esigenze del mercato permettendoci l’ingresso, anche nella fascia dei superyacht, con un prodotto dalle caratteristiche uniche e con costruzione in acciaio ed alluminio». 


© Baglietto

Il concetto di fondo non cambia, anche il DOM 115 ripropone gli stilemi che hanno decretato il successo del modello di punta: dalle linee senza tempo, moderne ed accattivanti che tuttavia estremizzano l’aspetto sportivo della sorella più grande, ai considerevoli volumi, unici per imbarcazioni di queste dimensioni, fino all’utilizzo di ampie finestrature panoramiche apribili a terrazza e che consentono l’ingresso massiccio di luce naturale. In particolare, in questo modello, viene reso ancor più armonico il senso di spazio unico, in un dialogo continuo tra dentro e fuori grazie alle porte del salone del main deck a totale scomparsa che, aggiunte alle finestrature a tutta altezza, consentono una vista unica a 270 gradi, come pure l’upper deck interamente vetrato ed apribile su tre lati. Si rilegge quindi l’organizzazione dello spazio, che sempre più perde i suoi confini di utilizzo classico e formale per ritrovarne di nuovi, più aderenti allo stile di vita di un armatore contemporaneo, a contatto con la natura e con il mare. 


© Baglietto

E così anche la zona di poppa si conferma spazio ideale, definito su tre livelli che gradualmente scendono verso il mare e sui quali trova posto la piscina vista mare. 

Il tender trova alloggio in un garage laterale, liberando quindi il ponte da ingombri tecnici. 

Sempre unico e molto elevato il livello di personalizzazione raggiungibile con questo modello, elemento di successo anche della sistership più grande, grazie alla scelta dell’acciaio e alluminio come materiale costruttivo che meglio concede alla flessibilità rispetto alle tante richieste di customizzazione del layout (che pure aveva rappresentato uno dei maggior atout di successo del DOM133) oltre a rappresentare un valore aggiunto per quanto concerne il comfort per imbarcazioni di questa taglia. 

La motorizzazione scelta è MAN che consente una velocità di 14,5 nodi. È stata studiata anche una versione con motorizzazione ibrida.  

Il primo esemplare di DOM115 è disponibile alla vendita con consegna prevista a maggio 2025. 


Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Lusben vara Sofia 3, raffinato Baglietto di 42 metri
7 Maggio 2024

di Redazione Superyacht


PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Silver Ray
Da Fusina a Pireo
11 notti
Seven Seas Splendor
Da Istanbul a Civitavecchia
24 notti
Explora I
Italia, Croazia, Montenegro, Grecia, Turchia
28 notti
Seabourn Encore
Grecia, Italia, Montenegro
10 notti
Vista
Da Trieste a Pireo
11 notti
SeaDream I
Da Istanbul a Venezia
12 notti
Le Ponant
Da Pireo a Dubrovnik
7 notti
Wind Surf
Grecia e Turchia
10 notti
Nieuw Statendam
Da Pireo a Civitavecchia
28 notti