Crociere Contemporanee
Antares Experience (ex Costa neoRomantica) venduta per la demolizione
2134     

Si allunga con un altro grande nome la lista delle moderne navi da crociera prematuramente dirette verso un cantiere di demolizione. L’ultima ad aggiungersi all’elenco è la Antares Experience, nome apparentemente non riconducibile a nessuna famosa nave da crociera, ma basta soltanto un fugace sguardo per riconoscere istantaneamente l’inconfondibile silhouette della ex Costa neoRomantica.

In origine la nave era la bellissima Costa Romantica, consegnata da Fincantieri nel 1993 e gemella di Costa Classica che la ha preceduta di un paio di anni. Nave dalla forte personalità architettonica, era un progetto completamente italiano del celebre Studio Gregotti che ha saputo reinterpretare egregiamente il classico transatlantico riproponendolo in forma di nave da crociera. L’impostazione era molto tradizionale, ma non mancavano importanti soluzioni progettuali e tecnologiche, senza dimenticare i materiali di alta qualità impiegati. Per prestigio, la coppia Classica e Romantica poteva senza dubbio essere comparata ai leggendari transatlantici Michelangelo e Raffaello degli anni ’60.


Costa Romantica

© Davide Carboni

Nel 2011 un imponente restyling da 90 milioni di euro ha trasformato quasi completamente la Costa Romantica, ribattezzata per l’occasione Costa neoRomantica. Tillberg Design, uno dei più grandi protagonisti nel campo dell’interior design navale, ha rimodernato tutti gli ambienti della Costa Romantica, già molto classici al momento del debutto della nave, proponendo un progetto di interni più contemporaneo e dallo charme indiscutibile. Pur trattandosi molto probabilmente dell’unità più elegante della flotta Costa, gli interventi realizzati hanno fatto perdere nelle linee esteriori la grazia originaria della nave, attraverso la rimozione dell’observation lounge e discoteca dalla forma circolare in posizione panoramica per fare posto a tre semiponti interamente dedicati a nuove cabine e suite. Un’operazione molto discussa, in quanto lo spazio per passeggero è stato notevolmente ridotto e complessivamente reso il layout meno razionale. Dopo il refit, la nave è probabilmente l’unica dell’epoca moderna ad essere sprovvista di un teatro, il cui spazio è stato ripensato per realizzare la spa e il centro fitness.


Costa neoRomantica

© Davide Carboni

Nel 2020 lo stop globale delle crociere ha accelerato il processo di dismissione delle navi della flotta Carnival meno remunerative, ovvero più vecchie. Il destino di Costa neoRomantica era ormai segnato. Ma restava comunque una nave non certo vecchia e in eccellenti condizioni, al punto che Celestyal Cruises ha addirittura intravisto in Costa neoRomantica la sua nuova ammiraglia. Ribattezzata Celestyal Experience, la compagnia greca aveva in programma grandi piani di crescita con il suo nuovo importante acquisto. Ma il perdurare delle incertezze del mercato dovute alla pandemia da COVID-19 ha portato Celestyal Cruises a riconsiderare i suoi piani e la nave, dopo aver assunto la livrea Celestyal, è sempre rimasta in disarmo al Pireo fino allo scorso luglio, quando ne è stata annunciata la vendita.


Celestyal Experience

© Celestyal Cruises

La proprietà è così passata alla Beacon & Bay Shipping Services, compagnia con base negli Emirati Arabi non operativa nel comparto delle crociere. Rinominata Antares Experience, le intenzioni erano di utilizzarla come nave hotel oppure di venderla in seguito. Evidentemente, per effetto dei prezzi dell’acciaio ai massimi storici, la vendita per la demolizione era l’opzione più conveniente.

Da qualche giorno la nave si trova nei pressi della spiaggia di Gadani, in Pakistan, in attesa di essere smantellata. Secondo New Choice Enterprises, l’azienda pachistana che ne ha acquisito la proprietà, Antares Experience sarebbe stata in grado di operare in mare per altri 10-15 anni. Considerato l’altissimo livello delle dotazioni della nave, sono state avanzate ipotesi per utilizzarla al fine di supportare il turismo a Karachi, ma non è stato trovato un accordo per assegnarle un ormeggio permanente.

Il bel progetto della Costa Classica è stato utilizzato anche per creare la classe Statendam per Holland America Line. Delle quattro navi realizzate da Fincantieri per la storica compagnia tra il 1993 e il 1996, ben tre potrebbero rischiare la rottamazione. Fanno infatti parte delle strane acquisizioni di Seajets, importante realtà greca attiva nel trasporto passeggeri marittimo che non effettua servizio crociere e che non ha mai annunciato di volersi espandere in questo settore. Probabilmente saranno destinate al charter oppure vendute alla prima occasione. Per gli amanti delle navi da crociera autentiche, si prospettano tempi duri.

Foto copertina: Facebook/Gadani Ship Breaking Yard
Video: YouTube/New Choice Enterprises

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Costa Crociere riorganizza le attività in Asia
26 Ottobre 2022

di Redazione Crociere

Pubblicato il Bilancio di Sostenibilità 2021 di Costa Crociere
26 Settembre 2022

di Redazione Crociere

Costa Crociere semplifica i protocolli sanitari Covid-19
19 Settembre 2022

di Redazione Crociere


IDEE PER IL CHARTER IN ITALIA
MERCATI FINANZIARI


Superyacht
Mangusta 165 M/Y AAA in vendita da Camper & Nicholsons
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht
Venduto il settimo Baglietto T52
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht
Sanlorenzo posa la chiglia del primo 72Steel
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Luxury
Tagliata la prima lamiera di Silver Ray
23 Novembre 2022 di Redazione Crociere