Megayacht
Nauta Design e Wider uniti per il progetto Moonflower 72
113     

Nauta e Wider hanno avviato la costruzione del progetto Moonflower 72, un innovativo superyacht dotato della più recente generazione del sistema di propulsione ibrida Wider, marchio di fabbrica del cantiere.  

All’inizio del 2021 Mario Pedol, co-fondatore di Nauta Design a Milano, e Marcello Maggi, che guida W-Fin Sarl, la holding che detiene il 100% del capitale di Wider, si sono incontrati e si sono aggiornati riguardo ai  rispettivi progetti, realizzazioni e piani per il futuro. 

I due ‘veterani’ del mondo dei superyacht si sono subito trovati in sintonia e immediatamente il progetto preliminare per un superyacht di 70 metri è stato condiviso con Wider. Ciò ha portato a un accordo tra il cliente, Wider e Nauta, con la firma di una lettera di intenti nel settembre 2021 e un contratto a gennaio 2022. 

«Il Moonflower 72 ha tutte le soluzioni di un design moderno ma senza tempo, con attenzione alla vivibilità a bordo e alla massima connessione con l’ambiente marino, caratteristiche fondamentali di tutti i progetti Nauta», afferma Mario Pedol. «Con Wider abbiamo trovato il giusto cocktail di tecnologia e organizzazione del team per trasformare il progetto in realtà».

Lo stile esterno riflette la consueta calligrafia di Nauta per un design pulito e ordinato senza dettagli troppo ricercati o superflui. La leggerezza alla vista, i collegamenti esterni/interni senza soluzione di continuità, le linee prevalentemente orizzontali e l’ampio uso del vetro, sottolineano le proporzioni equilibrate, mentre la linea smussata a centro barca aggiunge un aspetto dinamico allo scafo dislocante. 

Una tra le caratteristiche principali del design esterno è il sistema “The Island” brevettato da Nauta Design, un aft-deck/beach club estensibile che esalta il contatto con l’acqua grazie alle terrazze laterali abbattibili, che fornisce un unico spazio walkaround e consente agli ospiti di muoversi liberamente da un lato all’altro dello yacht, dal beach club interno come dal ponte di poppa aperto. 

«Abbiamo investito molto nella ristrutturazione del cantiere in previsione di ordini come questo e, grazie all’attuale management che lavora insieme da 30 anni, Wider è in grado di costruire il Moonflower 72 ai massimi livelli di qualità», afferma Marcello Maggi.

Il Moonflower 72 sarà dotato del sistema di propulsione ibrida Wider che prevede due generatori a velocità variabile da 1.860 kW l’uno e un gruppo di batterie al nichel sodio di circa 1 MW. 

Come di consueto per Wider, anche in questo progetto ha giocato un ruolo importante l’utilizzo delle più recenti innovazioni e tecnologie per una totale armonia con il mare e l’ambiente. Grande attenzione è stata dedicata al recupero dell’energia dispersa sotto forma di calore dal sistema di propulsione elettrica, nonché all’ottimizzazione del funzionamento delle dotazioni di bordo per aumentare l’efficienza e ridurre i consumi utilizzando l’IA (Intelligenza Artificiale) per rispondere automaticamente alle abitudini di armatore, ospiti ed equipaggio. 






Fonte: Sand People Communication per Nauta Design

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Masquenada: un grande refit in tempi record
12 Aprile 2022

di Redazione Superyacht

Nauta Design riprogetta gli interni di Caoz 14
4 Marzo 2022

di Redazione Superyacht


IDEE DI VIAGGIO: CARAIBI
MSC Seaside
Guadalupa, Santa Lucia, Barbados
MSC Divina
Giamaica, Colombia, Panama, Costa Rica
Symphony of the Seas
Sint Maarten, Isole Vergini statunitensi
Oasis of the Seas
Portorico, Isole Vergini statunitensi
MERCATI FINANZIARI


Superyacht
Mangusta 165 M/Y AAA in vendita da Camper & Nicholsons
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht
Venduto il settimo Baglietto T52
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht
Sanlorenzo posa la chiglia del primo 72Steel
29 Novembre 2022 di Redazione Superyacht