Crociere Contemporanee
Empress e Majesty of the Seas lasciano la flotta Royal Caribbean
174     

Royal Caribbean International ufficializza l’uscita di scena della Empress e della Majesty of the Seas, che lasceranno la flotta già alla fine del mese.

«Empress e Majesty of the Seas hanno lasciato un segno indelebile nel settore delle crociere con il loro design e dimensioni rivoluzionarie. Pubblicizzate come le più innovative del settore quando vennero introdotte, hanno continuato a fare la storia durante gli oltre tre decenni di servizio», ha affermato Michael Bayley, presidente e CEO di Royal Caribbean International. «Dire addio a queste due amate navi è un atto importante nella storia della nostra azienda, difficile ma necessario. Con progetti per unità nuove e più innovative che entreranno a far parte della nostra flotta nei prossimi anni, non vediamo l’ora che i nostri ospiti ed equipaggio continuino a creare nuovi ricordi insieme a noi».

Costruita nel 1990, con una stazza di 48.000 tonnellate Empress of the Seas è la nave più piccola e vecchia della flotta Royal Caribbean International. Ordinata dalla Admiral Cruises come Future Seas, è stata la prima nave concepita per le mini crociere. L’unità non ha tuttavia mai navigato per la Admiral Cruises poiché è stata acquisita da Royal Caribbean e tutte le navi, tra cui la Future Seas ancora in costruzione, sono confluite nella flotta del colosso americano delle crociere. La nave ha esordito come Nordic Princess prima di essere ribattezzata Empress of the Seas nel 2004, quando è stata sottoposta ad un importante refit. Nel 2008 è stata trasferita alla Pullmantur, compagnia spagnola non più in attività compartecipata dal gruppo Royal Caribbean, restandovi fino al 2016 per infine tornare nuovamente nella flotta Royal Caribbean International.

Majesty of the Seas è la terza e ultima nave della classe Sovereign, che al momento del debutto, nel 1992, con le sue 73.000 tonnellate di stazza era oltre due volte più grande rispetto ad una comune nave da crociera. Insieme alle altre due gemelle Sovereign e Monarch of the Seas, entrambe prematuramente demolite in questo funesto 2020, ha anticipato il futuro del design navale.

Royal Caribbean non ha rivelato né l’importo della transazione né il nome dell’acquirente delle due navi, limitandosi a divulgare che il compratore è una compagnia con base in Asia-Pacifico, che continuerà ad impiegare le unità per il servizio crociere.

Fonte: Royal Caribbean International

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
ARTICOLI CORRELATI
Royal Caribbean svela i ristoranti di Wonder of the Seas
21 Gennaio 2022

di Redazione Crociere


IDEE PER IL CHARTER

Ferretti 780
Mar Tirreno | 7 giorni
MS Ohana
Croazia | 7 giorni
Sanlorenzo 80
Arcipelago toscano | 8 ore
Princess 50
Bergen - Hardangerfjord | 4 giorni
MERCATI FINANZIARI



Superyacht
Consegnata “Eden”, quarta unità Maiora 30 Walkaround
20 Maggio 2022 di Redazione Superyacht
Consegnato il Tecnomar EVO 120 varato lo scorso dicembre
19 Maggio 2022 di Redazione Superyacht
Varato il Codecasa 43 M/Y Boji
19 Maggio 2022 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
P&O Cruises svela il Grand Atrium di Arvia
18 Maggio 2022 di Redazione Crociere



Megayacht
Venduto il sesto Baglietto T52
19 Maggio 2022 di Redazione Superyacht
Nauta Design e Wider uniti per il progetto Moonflower 72
17 Maggio 2022 di Redazione Superyacht


Roncato - Summer2021
CRUISE LIFESTYLE
CRUISE & SUPERYACHT NEWS