Crociere Contemporanee
MSC Armonia urta la banchina di Coxen Hole
669     
l

Martedì 10 aprile, durante la manovra di ormeggio, MSC Armonia ha urtato violentemente la prua contro la banchina di Coxen Hole, nell’isola di Roatán, causando importanti danni al molo e di lieve entità alla nave.

In un video ripreso da una testimone, che riproponiamo di seguito, si nota che MSC Armonia avanza verso la banchina con le ancore calate in acqua, probabilmente un tentativo per cercare di rallentare la velocità della nave. Il sito gCaptain riferisce che l’unità stava procedendo ad una velocità di 11,6 nodi, poi ridottasi a 8,7 quando si è avvicinata alla terraferma.

Attraverso una nota, MSC Crociere spiega l’accaduto: «Durante la manovra di accosto, per motivi che al momento sono in fase di dovuto accertamento, la nave ha deviato dalla propria rotta e ha speronato la parte terminale del molo».

«Non vi è mai stato alcun rischio per gli ospiti o per l’equipaggio a bordo», continua la nota. «Non c’é stata neanche alcuna conseguenza per l’ambiente. Infatti, anche se si è verificato un piccolo ritardo per lo sbarco dei nostri ospiti, tutti coloro che avevano programmato di scendere per le escursioni o altre attività sono sbarcati come da piano. In quanto alla nave, il danno è stato di lieve entità».

Le autorità portuali onduregne hanno autorizzato la nave a proseguire con l’itinerario dopo che il personale della nave e altri esperti esterni hanno eseguito alcune piccole riparazioni.

I danni subiti dal molo hanno tuttavia impedito ad altre navi da crociera di fare scalo all’isola di Roatán. E’ il caso della Liberty of the Seas e della Norwegian Getaway, che si sono entrambe dirette verso la destinazione successiva.

MSC Armonia era partita l’8 aprile da L’Avana per una crociera di 14 notti ai Caraibi.

ostra quota di mercato, alzerà il nostro profilo e l’aumento della capacità ci aiuterà a rispondere alla crescita della domanda».


AGGIORNAMENTO – 13/04/2018

L’Ufficio del Turismo di Roatan comunica che l’attività del porto continuerà nonostante i danni causati dall’impatto della MSC Armonia, sebbene con alcune limitazioni.
L’urto della nave ha distrutto circa 35 metri di banchina, recentemente ampliata per ricevere la Allure of the Seas. Attualmente risulta utilizzabile per una lunghezza massima di 205 metri.
Dopo questo incidente Royal Caribbean ha scelto di cancellare tutti gli scali della Allure of the Seas, il cui primo arrivo era previsto per il 10 maggio.
La parte occidentale e centrale del porto è invece pienamente funzionante ed in grado di accogliere le navi da crociera più piccole, che pertanto non saranno costrette a modificare i loro itinerari.

Gli interventi per la rimozione delle macerie e per la ricostruzione inizieranno dopo che i periti internazionali avranno terminato la stima dei danni, e che potrebbero richiedere circa tre mesi di lavori. Inizialmente le autorità portuali hanno riferito che i danni potrebbero superare i 10 milioni di dollari, e che saranno a carico della compagnia assicuratrice di MSC Crociere.
Dopo le verifiche dei periti, il programma di notizie TN5 Matutino ha comunque indicato un importo enormemente più ridotto: 13 milioni di lempire honduregne, circa 450.000 euro.

L’incidente sarebbe stato causato da un guasto meccanico della MSC Armonia, che non ha permesso di fermare la nave in tempo.

Fonti: Cruise Critic, El Heraldo, gCaptain, Roatan Tourism Bureau
Foto e video: Youtube/Nessy Warren

[otw_is sidebar=otw-sidebar-15]

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI

PIU' LETTI DI OGGI
l
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER

147
Bilgin
45 m | 2014
S/Y Yamakay
CMN
42.36 m | 1994
SL102 A
Sanlorenzo
31.08 m | 2019
One Hundred
Baia
31 m | 2010
SL100
Sanlorenzo
30.48 m | 2007
30M
Princess
30.45 m | 2018
100 Corsaro
Riva
29.85 m | 2018
SD 92
Sanlorenzo
27.60 m | 2016
SD 90
Sanlorenzo
27.43 m | 2023


Superyacht
Varata la quarta unità di Mangusta Oceano 50
21 Giugno 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee



Megayacht