Crociere Contemporanee
Anche Norwegian Cruise Line Holdings avvia iniziative per ridurre l’uso di prodotti in plastica usa e getta
97     

Norwegian Cruise Line Holdings, compagnia che gestisce i marchi Norwegian Cruise Line, Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises, ha annunciato le prossime importanti iniziative a cui parteciperà per ridurre il proprio impatto ambientale, rinunciando alle cannucce in plastica su tutte le 26 navi della flotta e nelle due destinazioni insulari, Great Stirrup Cay e Harvest Caye. Grazie a questi cambiamenti, la compagnia prevede che ogni anno saranno 50 milioni le cannucce in plastica che non verranno più utilizzate su tutta la flotta.

In qualità di membro della Trash Free Seas Alliance® di Ocean Conservancy, la compagnia si impegna attivamente ad adottare soluzioni che riducano la quantità di rifiuti di plastica negli oceani.  L’abolizione della plastica usa e getta su tutta la flotta e nelle destinazioni insulari è espressione degli sforzi già compiuti dalla compagnia per incrementare l’approvvigionamento sostenibile, ridurre al minimo i rifiuti da discarica, investire nelle tecnologie emergenti e diminuire le emissioni di CO2.

«La scelta di abolire l’uso delle cannucce in plastica usa e getta su tutta la flotta globale e nelle destinazioni insulari è parte integrante del nostro programma ambientale Sail & Sustain e ci consente di ridurre ulteriormente l’impronta ambientale della compagnia», ha dichiarato Frank Del Rio, presidente e amministratore delegato di Norwegian Cruise Line Holdings. «In qualità di membri della Trash Free Seas Alliance®, ci impegniamo a offrire il nostro contributo per tutelare gli oceani a favore delle generazioni future».

«Apprezziamo molto questo importante passo avanti da parte di Norwegian Cruise Line Holdings nella riduzione della plastica usa e getta», ha affermato Searles Jones, amministratrice delegata di Ocean Conservancy. «Le cannucce rappresentano solo una piccola parte della plastica presente negli oceani, ma sono sempre tra le prime dieci tipologie di rifiuti raccolti durante l’International Coastal Cleanup annuale di Ocean Conservancy e possono risultare letali per la flora e la fauna oceanica. Ecco perchè da tempo esortiamo i nostri sostenitori a evitare l’uso di cannucce, ove possibile».

Fondata nel 2012, la Trash Free Seas Alliance® riunisce personalità di spicco del settore industriale, della tutela ambientale e del mondo accademico, per creare un forum di collaborazione pratica incentrato sulla riduzione significativa dei rifiuti negli oceani.

Il programma ambientale globale di Norwegian Cruise Line Holdings, Sail & Sustain, riflette l’impegno della compagnia per offrire una eccezionale esperienza di crociera limitando il proprio impatto ambientale.

Inoltre, Norwegian Cruise Line sta collaborando con la Guy Harvey Ocean Foundation (GHOF) e il Nova Southeastern University’s (NSU) Guy Harvey Research Institute per ospitare la seconda crociera annuale dedicata alla conservazione degi oceani sulla Norwegian Escape questo autunno.

In partenza il 21 ottobre da New York, gli ospiti che salperanno per questa crociera avranno l’opportunità di incontrare Guy Harvey, artista di fauna marina di fama mondiale, il quale terrà eventi speciali dedicati alla conservazione degli oceani.

Fonte: Norwegian Cruise Line
Foto: Norwegian Cruise Line

[otw_is sidebar=otw-sidebar-15]

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Scrubber installati sul 70% delle navi Norwegian Cruise Line
14 Dicembre 2021

di Redazione Crociere


PIU' LETTI DI OGGI
Traghettilines


Superyacht
Venduto Project Jade, Heesen di 50 metri
26 Febbraio 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Carnival Jubilee battezzata a Galveston
27 Febbraio 2024 di Redazione Crociere



Megayacht
Varato “Infinity”, il secondo Baglietto T52
19 Febbraio 2024 di Redazione Superyacht