Crociere Premium
Delphin venduta per la demolizione
169     

La Delphin, nave da crociera da poco più 16.000 tonnellate di stazza lorda con ben 47 anni di servizio, è stata recentemente venduta all’asta e sarà destinata alla demolizione. Da anni si  trovava in disarmo presso il cantiere croato Victor Lenak di Rijeka. La vendita è stata necessaria per saldare i debiti accumulati dalla compagnia armatrice Vishal Cruises, per spese non pagate di ormeggio e bunkeraggio.‎

Secondo il rapporto del tribunale delle imprese di Rijeka, sono state sette le aziende che hanno mostrato interesse per la Delphin, di cui cinque autorizzate a procedere con le proposte di acquisto. Ad aggiudicarsi la nave è stato infine un cantiere turco specializzato in demolizioni navali, che ha offerto 3,6 milioni di euro. Dopo il pagamento, che dovrà avvenire entro 30 giorni, la nave partirà per Aliaga, dove verrà smantellata.

Costruita nel 1975 in Finlandia da Wärtsilä come Byelorussiya, era la prima di una serie di cinque cruise ferry realizzati per la sovietica Black Sea Shipping Company. Convertita in nave da crociera nel 1986, era stata sottoposta ad un completo refit nel 1993 eseguito in Germania da Lloyd-Werft, che la aveva completamente modernizzata ed elegantemente riequipaggiata. Ribattezzata Kazakhstan II, dal 1996 la nave è conosciuta come Delphin.

Durante il servizio crociere aveva operato per il mercato tedesco attraverso i marchi Delphin Seereisen, Hansa Kreuzfahrten ed infine Passat Kreuzfahrten. Tra il 2015 e il 2017 era stata utilizzata come hotel galleggiante presso il cantiere di Rijeka, dove si trova tuttora.

Nel 2017 la startup Alteza Cruises, compagnia premium dedicata al mercato argentino, aveva scelto la Delphin per l’avvio delle sue operazioni in Sud America, che sarebbero dovute iniziare nel 2018. Alteza Cruises ha tuttavia cessato l’attività prima ancora di debuttare.

Successivamente l’interesse per la Delphin era provenuto nel corso del 2018 dalla brasiliana Pampa Cruises, che intendeva utilizzarla per crociere in Brasile e Argentina. La compagnia ha poi avviato le trattative per l’acquisto della gemella Salamis Filoxenia.

‎L’ultima opportunità per il ritorno in esercizio della Delphin risale all’inizio del 2019, quando sono comparse voci sulla sua vendita alla Cruise Retirement USA, società con sede in Florida che intendeva ribattezzarla Enchanted Explorer e convertirla in nave residenziale. Il progetto non si è mai concretizzato, probabilmente per gli alti costi del progetto e le scarse prospettive di successo.

In copertina: la Delphin a Kiel. Photo credit: VollwertBIT (CC BY-SA 2.5)

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Venus Cruise cesserà le operazioni a gennaio 2023
2 Novembre 2022

di Redazione Crociere

Alteza Cruises debutterà a febbraio con la Delphin
22 Novembre 2017

di Redazione Crociere


PIU' LETTI DI OGGI
Traghettilines
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Seven Seas Grandeur
Spagna, Francia, Principato di Monaco, Italia, Malta
14 notti
Seadream I
Da Nizza a Venezia
14 notti
Silver Moon
20 notti
Marocco, Gibilterra, Tunisia, Malta, Italia, Spagna
Seabourn Quest
Da Venezia a Lisbona
20 notti
Star Legend
Da Lisbona a Piran
18 notti
Explora II
Da Civitavecchia a Barcellona
16 notti
Le Champlain
Malta e Italia
8 notti
Celebrity Silhouette
Francia, Italia, Montenegro, Croazia, Grecia
11 notti
Vista
Francia, Principato di Monaco, Italia, Montenegro, Croazia
10 notti