Porti e Destinazioni
Nel 2027 torneranno le navi da crociera alla Stazione Marittima di Venezia
16     

Venezia si prepara al rilancio della Stazione Marittima. A darne l’annuncio è Fulvio Lino di Blasio, presidente dell’Autorità Portuale di Venezia e Chioggia. Dal 2021 la Stazione Marittima è stata infatti abbandonata dalle grandi navi da crociera, che oggi utilizzano il Canale Malamocco-Marghera per entrare in Laguna e ormeggiare nei nuovi siti.

Questo non significa che ritorneranno le grandi navi da crociera a Venezia. Il nuovo piano consentirà l’accesso solo a navi fino a 60mila tonnellate di stazza lorda e 250 metri di lunghezza, senza transito da San Marco, una misura intesa a rispondere alle annose preoccupazioni relative all’impatto ambientale e alla conservazione dell’architettura storica della città. 

Per realizzare questo obiettivo si dovrà procedere all’escavo del Canale Vittorio Emanuele III, adeguando la sua profondità dagli attuali 7,5 metri a 9 metri e allargando la cunetta navigabile dai 50–60 metri di oggi ad 80 metri. 

Il progetto di escavo sarà suddiviso in due stralci. La prima fase prevede il transito di navi fino a una stazza massima di 50.000 tonnellate, successivamente sarà permesso l’accesso a unità fino a 60.000 tonnellate.

I tempi per la realizzazione dell’opera non saranno brevi. Quest’anno e il prossimo saranno dedicati allo sviluppo del progetto e al rilascio delle autorizzazioni ambientali, mentre si prevede che i lavori inizieranno non prima del 2025 e che proseguiranno per tutto il 2026. L’inaugurazione del canale avverrà nella primavera del 2027, quando inizierà la stagione crocieristica.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, si è espresso a favore di questa soluzione, sottolineando l’importanza dello sviluppo sostenibile e delle prospettive future della città: «Sul Porto di Venezia si sta proseguendo sulla linea che ho sempre sostenuto e sulla quale i cittadini mi hanno dato fiducia. In particolare, la soluzione prevede che le navi da crociera non passino più davanti al bacino di San Marco, ma entrino dalla bocca di Malamocco. Quelle più grandi accosteranno a Marghera, mentre quelle più piccole raggiungeranno la Stazione Marittima attraverso il canale Vittorio Emanuele, come spiegato all’Unesco. È la dimostrazione che lo sviluppo sostenibile è possibile, coniugando lavoro e ambiente, guardando al futuro dei nostri figli. Quello di Venezia è un porto fondamentale per tutta la Pianura padana ed il Sistema Italia, ora può favorire la crescita dell’intero territorio. C’è chi vorrebbe continuare ad aggrovigliare le competenze, ma coerentemente, passo dopo passo, si stanno compiendo gli atti amministrativi per poi avviare i cantieri. Il Porto è la vita della città!».

L’iniziativa di escavazione del canale Vittorio Emanuele III per consentire un ritorno sostenibile e socialmente responsabile dei viaggiatori crocieristi a Venezia è stata accolta con soddisfazione da Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises.

«Venezia è una delle destinazioni più ambite dai viaggiatori di lusso di tutto il mondo» si legge nella nota delle due compagnie del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings. «Gli ospiti dei due brand classificano sistematicamente Venezia come una delle mete più apprezzate, se non la più desiderata in assoluto per la sua ricchezza storica, la cultura e le esperienze culinarie che offre. Le nostre imbarcazioni sono notevolmente più piccole rispetto alle grandi navi da crociera di oggi, e accolgono solo poche centinaia di ospiti anziché migliaia. La stazza lorda varia da 28.000 a 56.000 tonnellate con una capacità di passeggeri compresa tra i 490 a i 750 ospiti».

Inoltre la nota ribadisce come gli ospiti di Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises contribuiscono in modo rilevante all’economia locale in quanto le navi si fermano in genere due o tre giorni a Venezia, e che le compagnie di crociera e i passeggeri stessi assumono guide turistiche per scoprire i meravigliosi siti storici di Venezia, prenotano soggiorni in hotel per diversi giorni, cenano nei ristoranti e acquistano prodotti nei numerosi negozi della città.

Dai un voto all'articolo
ARTICOLI CORRELATI
Crociere in famiglia, +13% rispetto al 2023
6 Maggio 2024

di Redazione Crociere


PIU' LETTI DI OGGI
PROPOSTE DEI NOSTRI PARTNER
Seven Seas Grandeur
Spagna, Francia, Principato di Monaco, Italia, Malta
14 notti
Seadream I
Da Nizza a Venezia
14 notti
Silver Moon
20 notti
Marocco, Gibilterra, Tunisia, Malta, Italia, Spagna
Seabourn Quest
Da Venezia a Lisbona
20 notti
Star Legend
Da Lisbona a Piran
18 notti
Explora II
Da Civitavecchia a Barcellona
16 notti
Le Champlain
Malta e Italia
8 notti
Celebrity Silhouette
Francia, Italia, Montenegro, Croazia, Grecia
11 notti
Vista
Francia, Principato di Monaco, Italia, Montenegro, Croazia
10 notti


Superyacht
Varato M/Y Rilassata, sesto Tankoa S501
7 Giugno 2024 di Redazione Superyacht
Varato il Columbus Atlantique 43 M/Y Frette
6 Giugno 2024 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee
Costa Crociere inaugura la stagione estiva 2024 a Taranto
9 Giugno 2024 di Redazione Crociere



Megayacht
Posata la chiglia del mega yacht Admiral 70m C.616
30 Maggio 2024 di Redazione Superyacht