Crociere Luxury
Ponant ordina quattro nuove navi
66     

Ponant ha firmato una lettera di intenti per la costruzione di quattro nuove navi dalla norvegese VARD, azienda controllata da Fincantieri. L’accordo è stato annunciato durante lo svolgimento del Seatrade Cruise Global, l’evento più importante del settore crocieristico che si è tenuto a Fort Lauderdale.

Da una nota della compagnia francese si apprende che l’ordine rappresenta il primo passo per avviare il progetto di espansione della flotta, obiettivo che l’azienda intende perseguire da quando è stata acquisita dalla Artemis nel 2015, la holding della famiglia Pinault.

Ponant sceglie di puntare ancora una volta su navi intime e di piccole dimensioni. Il design riprenderà la linea della Boréal, e gli interni continueranno ad essere curati da Stirling Design International e Jean-Philippe Nuel. La soluzione architettonica proporrà un ambiente chic etnico sofisticato, impiegando colori e materiali naturali.
Le nuove navi saranno lunghe 128 metri, larghe 18, per una stazza lorda di circa 10.000 tonnellate. 92 le sistemazioni di lusso per gli ospiti e 110 le persone di equipaggio. Non sarà una nave particolarmente veloce, soltanto 15 nodi la velocità dichiarata. Dotate di scafo Ice Class e delle ultime tecnologie, le nuove piccole navi da spedizione saranno facili da manovrare ed in grado di raggiungere le destinazioni precluse alle navi più grandi.
Le consegne delle unità sono previste tra l’estate del 2018 e quella del 2019.

La commessa segna l’ingresso di Vard nel segmento crocieristico. Una scelta motivata dalla situazione di overbooking produttivo dei cantieri italiani.

«L’accordo è di fondamentale importanza per l’intero gruppo Fincantieri. I nostri cantieri dedicati alla produzione crocieristica, infatti, non avrebbero potuto accogliere queste costruzioni prima di diversi anni, visto il carico di lavoro già procurato, ma attraverso le sinergie messe in atto con Vard siamo stati ugualmente in grado di rispondere alle esigenze di Ponant, con il quale abbiamo ormai un rapporto consolidato», ha sottolineato in una nota Bono, Ceo di Fincantieri.

«Saranno costruite adottando le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale e per via delle dimensioni ridotte potranno raggiungere porti e destinazioni inaccessibili a unità più grandi», ha aggiunto Bono.

In passato Fincantieri ha già costruito per Ponant quattro unità gemelle: Le Boréal, L’Austral, Le Soléal e Le Lyrial, consegnate tra il 2010 e il 2015.

VARD, attiva nella progettazione e costruzione di mezzi offshore e navi speciali, ha chiuso il 2015 con un rosso di 1,29 miliardi di corone (circa 135,5 milioni di euro), affondando in borsa il titolo Fincantieri.

L’accordo non è vincolante ed è soggetto a diverse condizioni, tra cui il finanziamento all’armatore.

 

 

 

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
ARTICOLI CORRELATI
Fincantieri e MSC avviano la costruzione di Explora II
6 Ottobre 2021

di Redazione Crociere

Fincantieri vara Norwegian Prima
13 Agosto 2021

di Redazione Crociere


CONSIGLIATI E SPONSORIZZATI
IDEE PER LA CROCIERA
CROCIERE IN BORSA


Superyacht
StellarPM presenta la linea di catamarani a motore StellarCAT
13 Ottobre 2021 di Redazione Superyacht
Varata Lucky Wave, terza unità Benetti Diamond 44M
13 Ottobre 2021 di Redazione Superyacht
Dynamiq Yachts svela nuovi dettagli del GTT 160
6 Ottobre 2021 di Redazione Superyacht



Crociere Contemporanee


CRUISE LIFESTYLE
CRUISE & SUPERYACHT NEWS