Incidenti
Grande incendio a Doha, distrutti tre superyacht dei reali del Qatar
34     

L’autorevole media britannico IBI (International Boat Industry) riporta la notizia, non confermata da fonti ufficiali, di un grande incendio a Doha che avrebbe distrutto tre superyacht.

Dalle poche informazioni disponibili dovute anche a motivi di privacy, si apprende che le fiamme hanno avuto origine l’11 agosto nel cantiere navale Nakilat Damen, dove erano rimessati tre superyacht di proprietà della famiglia reale del Qatar. Le cause dell’incendio non sono note ma con proporzioni importanti dal momento che sarebbero stati necessari due giorni e mezzo per domare le fiamme. Non sono state riportate notizie di feriti.

Situato nel porto di Ras Laffan, nel nord est del Qatar, il cantiere, attivo dal 2010, è stato progettato e costruito secondo i più elevati standard odierni della cantieristica navale.

Gli yacht coinvolti dall’incendio sarebbero Constellation, Oceanco di 80 metri costruito nel 1999, Maracunda, CRN di 50 metri del 1990, e Al Adaid, Riva di 35 metri del 2005. Per gli assicuratori questo potrebbe significare un’esposizione per circa 60 milioni di dollari.

Constellation è un 80 metri custom costruito da Oceanco nel 1999 per un membro della famiglia reale del Qatar. Gemella di Stargate, è stata progettata da The A Group per le linee esterne, mentre gli interni sono stati realizzati in collaborazione tra JP – Fantini Design e The A Group. Può accogliere fino a 19 ospiti in 8 cabine più 22 membri di equipaggio. Motorizzato con una coppia di MTU 20V 1163 TB73L da 8160 hp, può raggiungere una velocità massima di 24 nodi ed una di crociera di 20 per un’autonomia di 3600 miglia nautiche. L’ultimo refit risale al 2008 ed il valore dello yacht ammonta a circa 46 milioni di dollari.

Maracunda è un 50 metri custom costruito da CRN, consegnato nel 1990 e ristrutturato nel 2006. Vanta un sofisticato design di esterni curato da CRN, mentre gli interni sono di Alberto Pinto. Il layout è stato configurato per accogliere fino a 14 ospiti in 7 cabine, oltre a 11 membri di equipaggio. Motorizzato con due Deutz SBV9 M628 da 2450 hp, raggiunge una velocità massima di 18 nodi ed una di crociera di 16 nodi, con una autonomia di oltre 3800 miglia nautiche alla velocità economica di 12 nodi.

Al Adaid è un Riva Athena 115′ consegnato nel 2005. Interamente progettato da Officina Italiana Design, offre sistemazioni per 10 ospiti più 5 membri di equipaggio. Motorizzato con 2 MTU 6V4000M90 da 2772 hp raggiunge una velocità massima di 28 nodi ed una di crociera di 24 con un’autonomia di oltre 780 miglia nautiche.

Fonti: IBI, Yacht Charter Fleet
Foto: Oceanco

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
Prende forma il nuovo yacht one-off CRN M/Y 138 62 metri
9 Luglio 2019

di Redazione Cruise Lifestyle

CRN movimenta il nuovo 79 metri sullo scalo di varo
21 Febbraio 2019

di Redazione Cruise Lifestyle


CLASSIFICHE
Le destinazioni crocieristiche più pericolose
2 Maggio 2017 di Redazione Cruise Lifestyle
Chi sono i personaggi più ricchi dell’industria crocieristica
26 Marzo 2018 di Redazione Cruise Lifestyle
Guide Berlitz 2018 – Le migliori grandi navi da crociera
2 Gennaio 2018 di Redazione Cruise Lifestyle


DESTINAZIONI

NEWSLETTER