Superyacht
Consegnato Project Boreas, Heesen di 50 metri con scafo ultra-efficiente
11     

Lunedì 12 agosto Heesen ha consegnato Project Boreas, a conclusione della serie di intense prove di navigazione che si sono svolte nel Mare del Nord in condizioni di mare calmo con venti leggeri ed onde alte fino a 0,5 metri.

Project Boreas è un 50 metri interamente realizzato in alluminio con scafo dislocante ultra-efficiente FDHF (Fast Displacement Hull Form) ideato dagli idrodinamicisti olandesi di Van Oossanen e implementato dagli architetti navali di Heesen. Spinto da una coppia di motori MTU 12V 2000M72 da 1.080 kW, offre un’elevata velocità di crociera unita ad efficienza nei consumi e ad un eccellente livello di comfort.

La conferma di tutto questo è arrivata in occasione delle prove in mare, durante le quali lo yacht si è mostrato estremamente silenzioso superando la velocità contrattuale e raggiungendo i 20 nodi di velocità massima, con un’autonomia superiore alle specifiche del progetto. Alla velocità economica di 12 nodi offre un’autonomia transatlantica di 3.750 miglia nautiche e bassi consumi che si attestano circa a 98 litri l’ora, generatori esclusi. Un livello di efficienza notevole per un 50 metri da 499 tonnellate di stazza lorda con un dislocamento di 320 tonnellate. I grandi timoni e la potente elica di prua hanno inoltre mostrato una grande reattività nelle manovre in spazi ristretti.

Consulente tecnico e rappresentante dell’armatore è stata MCM. Così il cofondatore Nigel Ingram commenta la sua esperienza per Project Boreas: «Ho già avuto rapporti con l’armatore in quanto sono stato suo rappresentante per il suo veliero classico di 54 metri. C’erano pochi velisti nella generazione più giovane della sua grande famiglia, pertanto aveva senso scegliere un motoryacht, non per ultimo perché si tratta di una piattaforma più confortevole per una grande famiglia con molti nipoti. Uno dei fattori più importanti per l’armatore era quello di entrare in possesso dell’imbarcazione in tempi rapidi e l’approccio “Fast Delivery” di Heesen gli ha fatto guadagnare almeno un anno di navigazione, un vantaggio enorme. La scelta di Heesen è stata quindi piuttosto rapida, anche perché il cantiere aveva tutte le carte in regola in termini di qualità e prezzo. Come primo progetto di MCM con Heesen, si è trattata di un’esperienza molto positiva. Proveniamo dal fronte delle barche a vela, dove i progetti solitamente sono full custom, pertanto la mia attitudine è quella di essere sempre coinvolto ed affrontare le questioni dal punto di vista dell’armatore. Heesen sa esattamente quello che fa e sono molto felice del modo in cui lo yacht è stato realizzato. L’armatore è stato piuttosto coinvolto nella definizione dei dettagli, tutti quanti realizzati molto bene dal cantiere, e l’imbarcazione è esattamente come la voleva».

Frank Laupman di Omega Architects ha disegnato le linee esterne di questo 50 metri creando un profilo contemporaneo senza tempo. La prua, delicatamente inversa, definisce il livello del ponte superiore creando un profilo anteriore che esprime un senso di potenza equilibrata da eleganti linee curve e affusolate. Le linee della sovrastruttura creano l’illusione di ponti superiori e hardtop sospesi che aggiungono un senso di leggerezza al design.

Mark Whiteley ha collaborato insieme all’armatore per creare un progetto di interni caldo e contemporaneo, che impiega quasi esclusivamente rovere sbiancato spazzolato, macassar e raffinati accenti in nichel. La cura dei dettagli è evidente ma in nessun modo appariscente, e gli interni generano uno sfondo neutro ad una collezione d’arte colorata e divertente. Tra i molti dettagli delle aree interne, particolarmente d’effetto è la scala principale, straordinaria interpretazione di un’affascinante geometria, con materiali preziosi come il nichel combinato ai pannelli delle pareti firmati dall’artista francese Sophie Mallebranche, che aggiungono perentoria classe agli spostamenti tra i vari ponti, dal lower fino al bridge deck.

Project Boreas è la brillante dimostrazione di come un cliente esigente può personalizzare la piattaforma preesistente di uno scafo già in fase di costruzione, avvalendosi di ridotti tempi di consegna unitamente ai migliori standard qualitativi.


© Dick Holthuis

SPECIFICHE
Scafo:Fast Displacement Hull Form
Progetto:Van Oossanen / Heesen Yacht
Exterior design:Omega Architects
Interior design: Mark Whiteley Design
Materiale scafo:Alluminio
Sovrastruttura:Alluminio
DIMENSIONI
Lunghezza:49,80 metri
Larghezza:9,10 metri
Pescaggio:2,15 metri
Dislocamento:320 tonnellate
Stazza lorda:499 tonnellate
SISTEMAZIONI
Ospiti:12
Equipaggio:9
Cabine ospiti:1 suite armatoriale al main deck
5 cabine ospiti al lower deck
Cabine equipaggio:5
DETTAGLI TECNICI
Motorizzazione:2 x MTU 12V 2000 M72 da 1.080 kW
Velocità massima:20 nodi
Autonomia:3.750 miglia alla velocità di 12 nodi
Consumo:98 litri / ora alla velocità di 12 nodi


Fonte: Heesen Yachts
Foto: Dick Holthuis

Video: Sand People Communication per MCM

  • Valutazione di Cruise Lifestyle
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
  • Valutazione dei Lettori
  • Dai un voto all'articolo
  • Valutazione complessiva
MCM spiega le ragioni che hanno portato alla scelta di Project Boreas
7 Agosto 2019

di Redazione Cruise Lifestyle

Heesen consegna il 56 metri Galvas, ex Project Neptune
17 Luglio 2019

di Redazione Cruise Lifestyle

Heesen vara Project Boreas
8 Luglio 2019

di Redazione Cruise Lifestyle

Assemblato scafo e sovrastruttura di Project Aquamarine
3 Luglio 2019

di Redazione Cruise Lifestyle


CLASSIFICHE
Guide Berlitz 2018 – Le migliori piccole navi da crociera
4 Gennaio 2018 di Redazione Cruise Lifestyle
Guide Berlitz 2019 – Le migliori navi da crociera mid-size
5 Gennaio 2019 di Redazione Cruise Lifestyle
Guide Berlitz 2019 – Le migliori piccole navi da crociera
5 Gennaio 2019 di Redazione Cruise Lifestyle


DESTINAZIONI


INCIDENTI


CROCIERE STANDARD
P&O Cruises cancella le crociere negli Emirati Arabi
12 Agosto 2019 di Redazione Cruise Lifestyle

NEWSLETTER